Problema con Scioglimento Ghiacciai: il disgelo può riattivare vecchie malattie mortali.

Centinaia di alpinisti sono morti cercando di scalare le vette più alte del pianeta, come il Monte Everest.

I loro corpi erano sepolti nella neve, prima del disgelo a causa del riscaldamento globale. Adesso potrebbero trasmettere vecchie malattie. I ghiacciai dell’Everest e altre vette più alte del pianeta si stanno sciogliendo, facendo riemergere i resti di molti scalatori che negli ultimi decenni sono morti cercando di conquistare le sue vette.

Fino ad ora i cadaveri riposavano sotto lo spesso strato di neve, ma quando sono affiorati portano con loro un pericolo per i viventi. Centinaia di persone sono morte nel tentativo di scalare l’Everest dagli anni ’90, e si ritiene che la maggior parte dei loro corpi sono ancora sepolti sotto la neve. Adesso però, a causa dello scioglimento dei ghiacciai causato dai cambiamenti climatici, questi corpi stanno emergendo.

“A causa del riscaldamento globale, la calotta glaciale e i ghiacciai si stanno sciogliendo rapidamente”, ha detto alla BBC Ang Tshering Sherpa, ex presidente dell’Associazione alpinistica del Nepal. “Abbiamo recuperato i cadaveri di alcuni alpinisti morti negli ultimi anni, ma adesso stanno emergendo i vecchi corpi di quelli che sono rimasti sepolti”.

Lo scioglimento dei ghiacciai è una preoccupazione crescente che riguarda non solo l’Everest, ma tutte le montagne più alte del mondo, secondo il centro nazionale di dati di neve e ghiaccio statunitense (leggi).

Problema con Scioglimento Ghiacciai: il disgelo può riattivare vecchie malattie mortali.

Oltre ad esporre centinaia di cadaveri di alpinisti, il disgelo porta con sé il pericolo che le vecchie malattie vengano nuovamente trasmesse. Secondo uno studio del 2015 pubblicato negli Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, nel permafrost artico, è stato trovato un virus vecchio di 30 mila anni, che suscita preoccupazioni sul fatto che temperature più elevate potrebbero causare un aumento delle malattie arcaiche mortali.