2 Uragani insiemen sul Golfo del Messico per la prima volta nella storia (forse).

Il National Hurricane Center (NHC) degli Stati Uniti ha avvertito che la tempesta tropicale Laura e la depressione tropicale 14 che sta iniziando vicino all’Honduras potrebbero avvicinarsi alla costa del Golfo del Messico come prossimi uragani la prossima settimana. Secondo l’agenzia, se il fenomeno climatico si verificasse, sarebbe la prima volta che due uragani colpiscono l’area contemporaneamente. Tuttavia, gli esperti dicono che non è ancora possibile determinare esattamente come si svilupperà l’insolito fenomeno meteorologico.

“Molto probabilmente una [tempesta] diventerà più forte e infliggerà più cortine d’aria verticali, il che causerà l’indebolimento dell’altra”, ha spiegato il meteorologo di AccuWeather Dan Kottlowski, aggiungendo che è poco probabile che entrambe coincidono.

L’evento simile più vicino è stato nel 1933, quando un uragano è impattato nel Texas meridionale e un altro si è indebolito a causa di una tempesta tropicale dopo aver attraversato la penisola della Florida.

In questa occasione, si prevede che la depressione tropicale 14 si rafforzi sul Mar dei Caraibi nord-occidentale, si avvicini sabato alla penisola dello Yucatan in Messico e poi si diriga verso la costa del Texas o della Louisiana, possibilmente con la forza di un uragano per martedì.

Nel frattempo, Laura, che si trova attualmente a est delle Antille con venti sostenuti di 45 miglia (72 chilometri) all’ora, mercoledì potrebbe avanzare e approdare in Florida come un uragano.

Tuttavia, lo sviluppo delle tempeste è ancora incerto, quindi le autorità hanno avvertito i residenti della zona di prendere le precauzioni necessarie.

La stagione degli uragani atlantici del 2020 sta accumulando tempeste a una velocità vertiginosa e, secondo le previsioni aggiornate rilasciate all’inizio di agosto dai meteorologi dell’Università statale del Colorado, dovrebbe essere una delle più attive dall’inizio degli anni ’80.

Le previsioni per quest’anno sono circa il doppio rispetto a una stagione normale. “L’attività degli uragani nel 2020 sarà circa il 190% di una stagione media”, ha osservato il meteorologo Phil Klotzbach.