Foto Fashion Designing India

Il potere economico nel mondo sta cambiando. Un dato che pone in allarme il vecchio G7 composto da Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Francia, Germania, Italia e Giappone. Il 7 ottobre scorso il Fondo monetario internazionale (FMI) ha pubblicato il nuovo “World economic outlook“, ossia un documento che analizza gli sviluppi dell’economia mondiale nel breve e nel medio termine.

Tra questi dati, uno mostra particolare interesse degli analizzatori economici. Il mercato dei sette principali paesi emergenti (ossia Russia, Brasile, India e Cina che formano il Brics e Messico, Indonesia e Turchia che formano il Mint), in termini di prodotto interno lordo, ha superato quello dei paesi del G7. Un ipotetico “nuovo G7” avrebbe quindi un prodotto interno lordo di 37.800 miliardi di dollari, contro i 34.500 miliardi di dollari dei paesi del vecchio G7.

I nuovi calcoli confermano inoltre che, in termini di potere d’acquisto, la Cina è la più grande economia mondiale. I cinesi hanno superato gli Stati Uniti con un PIL che e’ arrivato a quota 17.600 miliardi di dollari, mentre gli americani sono fermi a 17.400 miliardi di dollari. Foto: Fashion Designing India.