Pellegrini e Paltrinieri medaglia d'oro ai Mondiali di Nuoto di Gwangju, in Corea del Sud.

Giornata da incornciare per l’Italia ai mondiali di nuoto di Gwangju (Corea del Sud) con Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri (nuovo record europeo) che vincono la medaglia d’oro.

Federica Pellegrini è medaglia d’oro nei 200 stile libero.

Federica Pellegrini, in lacrime per la gioia dopo il trionfo nei 200 stile libero ai Mondiali di nuoto in Corea del Sud:

“Mai avrei immaginato di vincere un oro. Io non ci credo ancora, in acqua ho fatto quello che ho voluto, sentendomi come volevo. E’ incredibile il tempo – ndr, ha chiuso la gara in 1’54″22 -, questo vuol dire che tutto il lavoro che stiamo facendo insieme a Matteo paga tanto, forse come non mai. Sono tanto contenta, è il mio ultimo Mondiale“.

E’ incredibile, il tempo mi sorprende. Ho deciso di fare questi 200 stile libero solo un mese fa al Settecolli dopo aver fatto un test e oggi me la stavo facendo sotto come non mai: è incredibile”.

Gregorio Paltrinieri vince la medaglia d’oro negli 800 stile libero.

Gregorio Paltrinieri vince la medaglia d'oro negli 800 stile libero.

Il 24enne carpigiano si impone in 7’39″27 nuovo record europeo. Alle sue spalle il norvegese Henrik Christiansen (7’41″28) e il francese David Aubry (7’42″08). Solo quinto il campione in carica Gabriele Detti (7’43″89), che cala dopo aver condotto nelle prime vasche. Per Paltrinieri è il terzo titolo iridato della carriera, dopo le vittorie nei 1500 metri stile libero a Kazan 2015 e Budapest 2017.

Gregorio Paltrinieri commenta ai microfoni Rai:

Sono contentissimo, è una bella gara questa. Una risposta a chi diceva che non ce l’avrei fatta a vincere facendo anche il fondo? Dopo il Settecolli, a sentire tutti, non ci credevo neanche io di venire qui e fare un bel Mondiale. Ho cercato di mettermi sul mio ritmo e pian piano acquisivo un vantaggio, questo mi faceva ben sperare per la fine. Sono veramente contento. Sono stato tatticamente perfetto? Era l’unica cosa che potevo fare, imporre un ritmo abbastanza forte. Erano quattro anni che non facevo un 800 fatto bene, mi mancava sempre qualcosa, questo è il primo dopo tanto tempo e sono contentissimo”.

Lieve malore per Sara Sjostroem giunta terza.

Al termine della finale dei 200 metri stile libero, la svedese, medaglia di bronzo alle spalle di Federica Pellegrini e Ariarne Titmus, si è accasciata a bordo vasca ed è stata subito soccorsa con dell’ossigeno. La Sjostroem si è comunque ripresa nel giro di pochi minuti ed è anche salita sul podio della piscina di Gwangju, sorridente, per ritirare la medaglia di bronzo conquistata nei 200 metri stile libero vinti da Federica Pellegrini.