Open CoronaVirus: App per aiutare la Mobilità controllata in quarantena.

Open Coronavirus è un’applicazione mobile open source con licenza MIT, realizzata da un gruppo di sviluppatori spagnoli, ispirata alla filosofia dell’applicazione mobile di controllo delle persone in Corea del Sud. Mira a cambiare il concetto di quarantena nell’attuale crisi sanitaria causata dal coronavirus Covid-19 e che può anche essere utile nelle future crisi sanitarie che potrebbero arrivare in tempo.

In questo senso, invece di avere tutti i cittadini confinati nelle loro case, questa applicazione cerca di promuovere la mobilità controllata tra quei cittadini che non sono infetti, oltre ai cittadini che sono già guariti, consentendo la mobilità a tutti coloro che non rappresentano un rischio per gli altri. Quindi consentono anche all’economia di continuare a funzionare senza paralizzare l’attività commerciale fino all’arrivo dei vaccini, che potrebbe richiedere molto tempo.

Si tratta di un’applicazione mobile gratuita, il cui codice sorgente è disponibile su GitHub, sviluppato in modo modulare e diviso in tre livelli: l’app stessa che viene installata sui telefoni stessi, l’applicazione centrale di gestione dei dati nelle mani dell’autorità competente ed il check nei punti di controllo, anche questo nelle mani dell’autorità competente.

Per quanto riguarda il suo funzionamento e tenendo conto del fatto che questa applicazione è nata con l’intenzione di essere volontaria, i cittadini devono installarla sui propri dispositivi mobili e registrarsi.

Una volta che sono utenti, otterranno il proprio codice QR in nero, il che significa che l’applicazione non ha ancora informazioni su di essi. I cittadini dovranno recarsi in qualsiasi punto autorizzato, lontano dai centri sanitari, per fare un test faccia a faccia. Nel caso in cui sia negativo, le informazioni arriveranno all’applicazione mostrando il codice QR in verde. In caso di positivo, il codice QR dell’applicazione diventerà rosso.

Gli utenti che si sono già ripresi dal covid-19 avranno anche il loro codice QR in verde e quindi potranno muoversi liberamente. Le autorità possono richiedere la verifica del codice per verificare efficacemente che i cittadini che non presentano problemi possano circolare liberamente.

Altrimenti, l’applicazione ha anche una sezione di autodiagnosi e persino suggerimenti per prevenire l’infezione. Al momento, ci sono già alcune comunità autonome interessate, oltre a diverse organizzazioni centrali.

[Credito immagine Video GIF: progetto Open Coronavirus su GitHub]