Napoli Juventus 3-2: record Juve con la 3a finale consecutiva di Coppa Italia

NAPOLI-JUVE 3-2. Al San Paolo vince il Napoli, ma sarà la Vecchia Signora a giocarsi la finale di Coppa Italia contro la Lazio allo Stadio Olimpico di Roma il prossimo 2 giugno. Nella semifinale di ritorno, ai partenopei non basta il 3-2 contro il 3-1 maturato all’andata 3-1 dai bianconeri. Protagonista del match l’argentino Gonzalo Higuain il quale firma con due reti alla sua ex squadra la storica qualificazione della Juventus alla terza finale consecutiva di Coppa Italia nella quale cercherà di vincere il suo 12esimo titolo in questa competizione. Nelle due precedenti finali la Juve ha vinto contro Lazio e Milan: si tratta di un traguardo storico per il club piemontese.

Rispetto al match di domenica scorsa, la squadra bianconera ha cambiato approccio, come dimostra il fatto che al sesto minuto la Juventus aveva giocato già tanti palloni in area avversaria quanti nell’intera partita di campionato (quattro).

Match spettacolare e ricco di gol. Al 32′ Higuain porta in vantaggio la Juve con un bellissimo gol da fuori area. Al 53′ Hamsik pareggia e riaccende il pubblico del Fuorigrotta. Ma al 59′ è ancora Higuain ad ammutolire tutti segnando l’1-2. Il Napoli non ci stà. Sarri richiama Milik per dare spazio al “nanetto” Mertens, il quale ricambia la fiducia dopo solo 11 secondi che è entrato in campo. Il belga approfitta di una “papera” di Neto e insacca il gol del pareggio. Siamo al 61′ e il Napoli ci crede un’altra volta. Spingi e spingi al 67′ arriva il gol di Insigne che ribalta lo svantaggio del primo tempo e quello successivo. Banti (non una delle sue migliori partite) concede ben 7 minuti di recupero, ma non sono sufficienti al Napoli per compiere con il “miracolo”.

Il tabellino di Napoli-Juventus 3-2

Marcatori gol: 0 – 1 32′ G. Higuaín (Assist di S. Sturaro), M. Hamšík 53′ 1 – 1, 1 – 2 58′ G. Higuaín (Assist di J. Cuadrado), D. Mertens 61′ 2 – 2, L. Insigne 67′ (Assist di José Callejón) 3 – 2.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (Dall’82’ Allan), Diawara, Hamsik (Dal 76′ Pavoletti); Callejón, Milik (Dal 61′ Mertens), Insigne.

Allenatore Sarri.

JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Rincon (Dal 70′ Pjanic), Khedira; Cuadrado, Dybala (Dal 76′ Barzagli), Sturaro (Dall’86’ Lemina); Higuain. Allenatore Allegri.

Arbitro: Banti di Livorno. Ammoniti: Rincon, Koulibaly, Callejon, Cuadrado, Diawara, Ghoulam, Pjanic, Dani Alves.

Napoli Juve: le dichiarazioni vip

Il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis si complimenta con la squadra per l’esito della sfida con la Juventus, anche se gli azzurri sono usciti dalla competizione. “Mi aspettavo che il Napoli giocasse meglio della Juventus, proprio come domenica. Questo è accaduto e sono un uomo felice. Si sentiva la nostra superiorità, perché c’è cuore. E oltre al cuore noi non abbiamo un allenatore catenacciaro, ma un fautore del calcio vero, bello”.

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri dopo la qualificazione alla finale di Coppa Italia: “I ragazzi hanno fatto una grande partita, soprattutto nel primo tempo, a livello tecnico e difensivo. Abbiamo preso il gol dell’1-1 per una disattenzione”. E sulla papera di Neto afferma: “L’errore di Neto? Può capitare, nel primo tempo, sullo 0-0, ha fatto una grande parata su Callejon. Higuain? Ha fatto una bella partita, così come Dybala e Cuadrado. Anche Barzagli quando è entrato, ha fatto la differenza”.

Video Napoli Juventus 3-2 ritorno semifinale Coppa Italia