muore co fondatore di makerdao in circostanze poco chiare

Il co-fondatore del servizio di gestione della criptovaluta MakerDao Nikolai Mushegian, 29 anni, è stato trovato morto sulla spiaggia di Condado a Porto Rico.

Mushegian è morto venerdì scorso, ma sono appena state rilasciate ulteriori informazioni sulla scoperta del suo corpo. Secondo il quotidiano locale El Nuevo Día, che cita fonti della polizia, l’uomo è morto dopo essere stato trascinato dalle correnti marine sulla spiaggia, dietro l’Ashford Hospital di Condado.

Nikolai Mushegian, 29 anni

Nelle ore mattutine di quella giornata, le autorità sono state allertate che l’uomo era stato travolto dalla corrente. Nonostante le unità di soccorso siano riuscite a tirarlo fuori dall’acqua, non ha mostrato segni vitali.

Poche ore prima dell’evento, Mushegian ha pubblicato un messaggio sul suo account Twitter con accuse contro la Central Intelligence Agency (CIA) e l’agenzia di intelligence israeliana Mossad.

twitter foto 1

Ha scritto su Twitter: “La CIA, il Mossad e l’élite dei pedofili gestiscono una rete a Porto Rico e in altre isole dei Caraibi per ricattare le persone per traffico sessuale.

Mi incastreranno con un laptop datomi dalla mia ex ragazza che era una spia. Poi mi tortureranno fino a farmi morire”.

All’inizio di settembre ha pubblicato un altro tweet: “3 possibili futuri per me: 1) Suicidio da parte della CIA 2) schiavo attivo con danni cerebrali per la CIA 3) il peggior incubo delle persone che mi hanno fregato finora, Sono sicuro che queste sono le uniche opzioni”.

twitter foto 2

Secondo il portale Cryptonews, che indica che la morte è avvenuta in “circostanze strane“, Mushegian ha contribuito a molteplici progetti di importanza capitale per l’avanzamento e la penetrazione del mercato ‘blockchain‘ in tutto il mondo.

Sottolineano che oltre ad essere co-fondatore di MakerDao, è stato anche co-fondatore della stablecoin decentralizzata Dai e della piattaforma Balancer.