E' morto Stan Lee, il padre dei supereroi a fumetti Marvel.

Tutti abbiamo bisogno di un idolo, e a volte dobbiamo cercarlo nella fantascienza“, recita una frase celebre di Stan Lee (1922-2018), morto oggi all’età di 95 anni. Il leggendario creatore dei supereroi Marvel come SpiderMan, X-Men, Black Panther, Iron Man e I Fantastici Quattro, ha creato così tanti personaggi che, sulla strada, è diventato lui stesso il supereroe di milioni di persone. Un altro di quei grandi esseri umani con cui siamo stati fortunati a condividere lo stesso spazio-tempo. La figlia JC ha dichiarato a Tmz: “Mio padre amava tutti i suoi fan, era l’uomo più grande e più rispettabile”.

Sotto la guida di Lee, Marvel ha rivoluzionato il mondo dei fumetti riempiendo i suoi personaggi con gli stessi dubbi su se stessi e le nevrosi della gente comune, oltre a una consapevolezza delle tendenze e delle cause sociali, nonché – soprattutto in casi come Spiderman e La Cosa, uno dei membri dei Fantastici Quattro – uno speciale senso dell’umorismo. Queste caratteristiche della personalità non erano conosciute nel mondo dei supereroi prima dell’arrivo si Stan Lee.

L’energia incessante di Lee indicava che lui stesso possedeva i superpoteri. A 90 anni, ha creato un account Twitter, @TheRealStanlee.

E il National Fund for the Arts lo ha riconosciuto quando gli ha conferito la National Medal of the Arts nel 2008. Ma i suoi risultati sono stati frustrati, come quelli di tutti gli esseri umani, dalla mortalità.

Voglio fare più film, voglio fare più televisione, più DVD, più episodi multipli, voglio offrire più conferenze, voglio fare più di tutto ciò che sto facendo“, ha detto in With Great Power …: The Stan Lee Story, un documentario televisivo del 2010. “L’unico problema è il tempo. Spero solo che ci sia più tempo“.

Arrivederci Stan Lee e grazie di tutto!

Foto Stan Lee, il padre dei supereroi a fumetti Marvel.