ronaldo gol portogallo uruguay

CR7 Cristiano Ronaldo si è sbagliato: non ha segnato lui il primo gol del Portogallo contro l’Uruguay, partita terminata poi 2-0. Il campionissimo era convinto di aver sfiorato il pallone, crossato da Bruno Fernandes, con la testa ed è andato a festeggiare il gol realizzato, alla sua maniera, ma poi il tabellone ha corretto il nome dell’autore della rete. Da qui sono iniziate tutta una serie di polemiche sui social network, ma è già arrivata la sentenza definitiva spiegata dalla stessa Adidas che fornisce i palloni ufficiali del

Mondiali di calcio in Qatar. Questo il comunicato dell’azienda tedesca:

“Nel match tra Portogallo e Uruguay, dove è stato utilizzata la tecnologia Connected Ball nel pallone ufficiale Al Rihla di Adidas, siamo in grado di stabilire definitivamente che non c’è stato contatto tra il pallone e Cristiano Ronaldo nell’azione del primo gol dell’incontro. Non è stata registrata alcuna forza esterna sulla palla, come mostrato dalla mancanza di ‘battito cardiaco’ nelle misurazioni e nel grafico allegato. Il sensore IMU da 500Hz all’interno della sfera consente un alto livello di precisione nell’analisi”.