MIRIAM MAKEBA DOODLE GOOGLE – E’ ancora forte il ricordo delle ultime note cantante dalla popolare cantante sudafricana di musica jazz Miriam Makeba, nota anche come Mama Africa, sul palco di Baia Verde, a Castel Volturno, durante la sua ultima esibizione un attimo prima di morire all’età di 76 anni per un attacco cardiaco.

Era infatti la notte tra l’8 e il 9 novembre 2008 quando Miriam Makeba, nonostante avesse già regalato un tour mondiale nel 2005 per salutare il suo pubblico (ritiro annunciato a causa di una malattia diagnosticata fin dalla gioventù), partecipò al concerto anticamorra e contro il razzismo, in Italia, dedicato allo scrittore Roberto Saviano.

In occasione dell’anniversario della sua nascita, avvenuta 81 anni fa a Johannesburg il 4 marzo 1932, Google dedica a Miriam Makeba un doodle nelle home page di tutto il mondo. E’ un doodle semplice quello disegnato in onore della cantante, dove traspira tutta la felicità nel cantare la libertà.

Miriam Makeba era divenuta famosa in tutto il mondo per essersi battuta contro il regime dell’apartheid che aveva distrutto il Sudafrica e dal quale venne esiliata nell’anno 1963 con tutti i suoi dischi musicali che vennero banditi dal paese.

Mama Africa dovette aspettare trenta lunghissimi anni prima di poter rientrare nel suo paese, convinta nel 1990 da Nelson Mandela. Miriam Makeba durante l’esilio visse prima in Europa e poi negli Stati Uniti, dove incise le sue canzoni più conosciute come Pata Pata (di cui abbiamo già pubblicato un video), The Click Song e Malaika.