León (Messico) – Nella capitale dello stato di Aguascalientes, e’ stato individuato un paziente contaminato dal batterio “Pseudomonas aeruginosa“, mortale batterio che infetta il tratto polmonare, i tessuti delle vie urinarie, le ferite e causa anche altre infezioni nel sangue.

Secondo il chirurgo Gilberto Alaniz della citta’ di León (del vicino stato di Guanajuato, dove arrivera’ in visita a fine Marzo il Papa Joseph Ratzinger), direttore dell’ospedale privato Médica San Juan, questo e’ un batterio potenzialmente mortale che di solito si incontra nelle aree di terapia intensiva.

A questo proposito, ha sottolineato che l’ospedale ISSSTE (Instituto de Seguridad y Servicios Sociales de los Trabajadores del Estado) dovrebbe avere un protocollo di isolamento immediato del paziente per prevenire la diffusione di altre aree.

Questo batterio ha causato morti in altri paesi, come nel Regno Unito, dove, in un ospedale, di recente ha ucciso quattro neonati perché i batteri avevano contaminato l’area di terapia intensiva neonatale“, ha detto il chirurgo Gilberto Alaniz.