mark zuckerberg licenziamento 11mila dipendenti facebook instagram whatsapp

Zuckerberg licenzia 11 mila dipendenti. Meta, la società madre di Facebook, ha annunciato mercoledì il licenziamento di 11.000 dipendenti, che corrispondono a circa il 13% della sua forza lavoro. “Oggi condivido con voi alcuni dei cambiamenti più difficili che abbiamo apportato nella storia di Meta”, ha annunciato l’amministratore delegato del gruppo, Mark Zuckerberg, in un messaggio ai dipendenti. “Ho deciso di ridurre le dimensioni del nostro team di circa il 13% e separarmi da 11.000 dei nostri talentuosi dipendenti”, ha aggiunto. Questo è il primo grande piano sociale nella storia del gruppo tecnologico americano.

Voglio assumermi la responsabilità di queste decisioni e di come siamo arrivati ​​qui. So che è difficile per tutti e sono particolarmente dispiaciuto per le persone colpite“, ha detto Zuckerberg.

Al 30 settembre, Meta contava circa 87.000 dipendenti in tutto il mondo sulle sue varie piattaforme, che includono i social network Facebook e Instagram, nonché la piattaforma di messaggistica WhatsApp.La società ha recentemente pubblicato risultati trimestrali deludenti, con fatturato e profitti in calo, nonché una stagnazione nel numero di utenti. Alcuni dei problemi sono specifici di Meta, mentre altri sono legati all’economia e alla tecnologia.

Meta ha preoccupato gli investitori versando più di $ 10 miliardi all’anno nel “metaverso” mentre si allontana dai social media. Zuckerberg prevede che il metaverso, un ambiente digitale immersivo, finirà per sostituire i telefoni cellulari come modo principale di utilizzare la tecnologia.

Meta e i suoi inserzionisti si stanno preparando a una possibile recessione. Inoltre, affrontano la sfida degli strumenti per la privacy di Apple, che rendono difficile per le piattaforme di social media come Facebook, Instagram e Snap tenere traccia dei propri utenti senza consenso e offrire loro pubblicità in base ai loro gusti.

La concorrenza di TikTok rappresenta anche una minaccia crescente poiché gli utenti più giovani preferiscono l’app di condivisione video a Instagram, anch’essa di proprietà di Meta.

L’industria tecnologica è attualmente in una grave recessione e diverse grandi aziende hanno annunciato licenziamenti massicci. Il nuovo proprietario di Twitter, Elon Musk, ha licenziato metà del suo staff la scorsa settimana.L’uomo d’affari ha twittato che non c’era altra scelta che tagliare i posti di lavoro “quando l’azienda sta perdendo più di 4 milioni di dollari al giorno“, anche se non ha approfondito le perdite.

Queste piattaforme, il cui modello di business è basato sulla pubblicità, risentono in particolare dei tagli di budget degli inserzionisti, colpiti dall’inflazione e dall’aumento dei tassi di interesse.