licenziamenti microsoft acquisto videogiochi activision blizzard

Microsoft licenzierà circa 1900 dipendenti dalla sua divisione videogiochi in seguito alla recente acquisizione da 69 miliardi di dollari di Activision Blizzard, ha riferito giovedì la CNBC, citando una nota interna del CEO di Microsoft Gaming Phil Spencer.

Secondo Spencer, i licenziamenti fanno parte di un “piano di esecuzione” più ampio che mira a ridurre le “aree di sovrapposizione” all’interno di Microsoft Gaming.

Ha inoltre assicurato che Microsoft offrirà “pieno sostegno” alle persone colpite, compreso un risarcimento per il loro licenziamento. I tagli ammonteranno a circa il 9% della forza lavoro totale di Microsoft Gaming, che attualmente conta 22.000 dipendenti.