Juventus da record: Kean è il primo millenial in Champions League.

Moise Kean ha bruciato tutte le tappe entrando nella storia del calcio. Dopo il debutto record in Serie A avvenuto contro il Pescara, diventando il primo calciatore nato nel 2000 (per questo si dice “millenial“) a giocare nella massima serie, l’attaccante della Juventus di origine ivoriana della Juventus, è diventato ieri sera anche il primo millenial a giocare in Champions League.

Moise Kean è entrato in campo al 42′ della ripresa contro il Siviglia ieri sera (nella foto), e un paio di secondi dopo è arrivato il gol del vantaggio con Bonucci. A 16 anni e 258 giorni Kean ha fatto il suo debutto in Champions League: è il primo nato nel 2000 a centrare tale obiettivo. Il baby bomber della Juve, però, non è il più giovane a giocare in Champions.

prima di lui hanno collezionato il primo gettone di presenza Celestine Babayaro, in campo a 17 anni e 87 giorni con la maglia dell’Andrelecht nel 1994, Alen Halilovic, al debutto a 16 anni e 128 giorni con la Dinamo Zagabria, nel 2012, e Youri Tielemans, un altro baby dell’Anderlecht, all’esordio a 16 anni e 148 giorni.

Nella partita contro la modesta Dinamo Zagabria che si giocherà a Torino il prossimo mercoledì 7 dicembre 2016, Kean potrebbe realizzare un altro record, quello del marcatore più giovane della manifestazione che appartiene al ghanese Peter Ofori-Quaye, a segno a 17 anni e 195 giorni in Olympiakos-Rosenborg 5-1, il 1 ottobre 1997.

Video divertente: La felicità del fratello di Moise Kean durante il debutto con la Juventus