Juventus-Inter del 5 febbraio: importante esame prima di Porto-Juve di Champions

Domenica sera si gioca Juventus-Inter in diretta tv e video streaming grazie ai servizi Sky e Mediaset. Si tratta del 168° Derby D’Italia in Serie A con la Juventus avanti per 79 vittorie contro le 46 nerazzurre, 42 i pareggi. Il big match della 23a giornata di Serie A, rinnovato quest’anno per due importante motivi.

In primis le speranze di mezza Italia perchè l’Inter di Pioli, che viaggia alla velocità sette vittorie consecutive, possa fermare la corsa della Juventus al suo sesto scudetto di fila. In secondo luogo una nuova Juventus che con il cambio di modulo a 4-2-3-1 ha rianimato i propri tifosi regalando fiducia per il prossimo incontro la partita di andata degli ottavi di finale di Champions League, Porto-Juventus del 22 febbraio prossimo.

Mister Allegri ha inaugurato questa variante contro la Lazio (2-0 allo Stadium) per poi riproporla nelle sfide contro il Milan in Coppa Italia (2-1) e nell’ultima di Serie A in casa del Sassuolo (0-2). Risultato: tre vittorie consecutive, un solo gol subito, ma anche bel gioco solamente nei primi 45 minuti (durante i quali ha segnato), e calo evidente nella ripresa assente da gol.

Siamo sicuri che Allegri riproporrà anche contro l’Inter la formula 4-2-3-1 con Pjanic, Cuadrado, Mandzukic, Dybala e Higuain che mirano alla promozione in questa delicata prova d’esame nerazzurra. Se la Juve vincerà sull’Inter allora significherebbe che i Bianconeri saranno pronti ad utilizzarlo anche in Portogallo per la sfida Champions.

Le reazioni al cambio modulo della Juventus.

Cosa ne pensa Antonio Cassano sul modulo 4-2-3-1 della Juventus: “Possono giocare così in Italia, ma in Europa se becchi il Barcellona o il Bayern Monaco voglio vedere come va a finire. In Italia fanno paura a tutti e possono giocare come vogliono, pure con Buffon in porta e 10 giocatori qualsiasi, ma penso che in Champions Allegri farà qualche aggiustamento. Io la vedo dura che possa giocare con quei quattro più Pjanic. In Italia la palla ce l’hanno sempre loro, in Europa se ce l’hanno gli altri devi correre. Confido in Allegri, che stimo moltissimo: sicuramente troverà la chiave giusta. Insomma, in Italia fanno paura a tutti e possono giocare come vogliono. Ma in Europa… Nel big match tifo Inter ovviamente”.

Marcello Lippi (ex allenatore della Juventus e della Nazionale, ora commissario tecnico della Cina) al Corriere della Sera: “Il cambio di modulo è arrivato al momento giusto, a testimonianza che Allegri è un tecnico con delle idee e sa cogliere il momento in cui vanno messe in pratica. Le idee però le devono avere anche gli altri…”.

Divertente il commento del Corriere dello Sport: “Una Juventus da playstation, con il modulo superoffensivo. Allegri ha cambiato dopo il flop a Firenze. Una squadra d’attacco che corre e si diverte” (fonte). Nell’articolo c’è anche un intervento di Mario Mandzukic: “Il nuovo modulo è ideale per sfruttare la grande qualità che abbiamo in attacco. Questa tattica che ha ideato il mister mi piace. Ci sono tanti giocatori che attaccano, ma se ognuno fa il suo lavoro nel modo giusto si può gestire molto bene. L’importante è che quando occorre difendere lo si faccia tutti insieme, con equilibrio”.