Juventus: Andrea Pirlo minimizza le voci sulla sua partenza | Calcio Serie A

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, ha assicurato oggi che la sua unica preoccupazione in questo momento è qualificare la sua squadra per la prossima Champions League e che non ha paura delle voci su un suo possibile licenziamento a fine anno, alla vigilia della partita della 34a giornata di campionato contro l’Udinese. Pirlo in conferenza stampa prima della visita all’Udinese: “Mi concentro sul presente. Sono l’allenatore della Juventus e sono felice di essere qui. L’obiettivo è vincere tutte le partite di Serie A e vincere la Coppa Italia (in finale contro l’Atalanta), per cercare di fare bene il mio lavoro”.

Andrea Pirlo aggiunge: “Ho letto le voci sui miei possibili sostituti sulla stampa. Sono sereno, concentrato su quello che devo fare, che è qualificarmi per la Champions League e vincere la Coppa Italia. Non sono condizionato dalle voci. Sono così concentrato sul mio lavoro che non ho tempo per leggere i giornali”.

Pirlo Out e il ritorno di Max Allegri in Bianconero

Pirlo sta vivendo un momento estremamente delicato alla Juventus, dopo aver visto sciogliersi il sogno del decimo scudetto consecutivo ed essere stato alle corde nella lotta per il quarto posto, con la stampa che assicura nei giorni scorsi che il club torinese sta seriamente pensando al ritorno di Massimiliano Allegri.

La Juventus è ora quarta in classifica, ma ha gli stessi punti del Napoli, terzo per differenza reti, e del Milan, quinto e attualmente fuori dalla Champions. A tal proposito Pirlo dice: “Sto bene, ho parlato con il consiglio l’altro giorno quando è sceso in campo, è una cosa che capita spesso. Non era la prima volta. Parliamo di tutto, come sempre, sono calmo”.

A livello sportivo, Pirlo ha riferito che lo spagnolo Álvaro Morata non è al massimo della forma per fastidio muscolare e che contro l’Udinese ci saranno il portoghese Cristiano Ronaldo e l’argentino Paulo Dybala.