Huawei risponde alla sua rimozione dalla rete 5G del Regno Unito.

Un portavoce del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei ha respinto la decisione del governo britannico di rimuovere tutti i suoi componenti dalle reti con tecnologia 5G entro il 2027 come “deludenti” e “politicizzati”. “Questa decisione deludente è una cattiva notizia per chiunque nel Regno Unito abbia un telefono cellulare. Minaccia di portare il Regno Unito sulla linea lenta digitale, aumentare le bollette e ampliare il divario digitale”.

“Invece di  “salire di livello”, il governo [britannico] sta declassando e raccomandiamo di riconsiderare”, ha sottolineato, aggiungendo che la società continua “a fidarsi che le nuove restrizioni statunitensi non hanno influenzato la resilienza o la sicurezza del prodotto” che Huawei fornisce al Regno Unito.

Inoltre, in casa Huawei si sono rammaricati del fatto che il futuro dell’azienda “nel Regno Unito è stato politicizzato”. “Riguarda la politica commerciale degli Stati Uniti e non la sicurezza”, hanno sottolineato, promettendo al contempo di continuare a sostenere i propri clienti britannici.

Reazione a catena dopo le sanzioni degli Stati Uniti

Il ministro della Cultura del Regno Unito, Oliver Dowden, ha annunciato questo 14 luglio che il governo britannico proibisce l’acquisto di nuove apparecchiature per le reti con tecnologia 5G prodotte da Huawei dal 31 dicembre, mentre le apparecchiature e i componenti dell’azienda cinese già installati su reti 5G nel territorio britannico, saranno ritirati entro il

2027.

“Questa non è stata una decisione facile, ma è quella giusta per le reti di telecomunicazioni del Regno Unito, per la nostra sicurezza nazionale e la nostra economia, ora e in effetti a lungo termine”, ha spiegato Dowden.

Da parte sua, il ministro dell’Ambiente, George Eustice, aveva dichiarato che il contesto dell’uso della tecnologia Huawei nel territorio britannico “è leggermente cambiato con alcune delle sanzioni che gli Stati Uniti hanno imposto” contro la società cinese.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ripetutamente sollecitato il Regno Unito a porre il veto alla partecipazione di Huawei alla costruzione di reti 5G sul suo territorio, ma a gennaio Londra ha autorizzato Huawei a partecipare alla costruzione di un massimo 35% delle reti 5G nel territorio britannico.

Tuttavia, la scorsa settimana è stato riferito che la società cinese dovrà affrontare un graduale divieto di implementare questo tipo di tecnologia nel territorio britannico. Inoltre, il National Cyber ​​Security Center del Government Communications Headquarters (GCHQ) ha recentemente informato il governo di non poter più garantire la fornitura stabile di apparecchiature Huawei dopo che gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni a questa compagnia cinese.