Hacker Memoria Cervello, semplice tecnica per ricordare qualsiasi cosa.

La memoria fa parte del nostro corpo. Almeno questa è la premessa di Nelson Dellis, quattro volte campione di USA Memory Championship, che si tiene ogni primavera a New York, e appassionato di memoria.

Il campione ritiene che non ci sia nulla di speciale nella sua memoria. Ma la memoria e le tecniche per migliorarla sono entrate tragicamente nella sua vita, dopo che a sua nonna è stata diagnosticata la malattia di Alzheimer e ha iniziato a perdere gradualmente ricordi.

Quindi Dellis ha deciso di dedicare la sua vita a migliorare la sua memoria e ad educare gli altri. Con le sue stesse parole:

Comprendiamo tutti cosa significa essere fisicamente sani. Esercitiamo, mangiamo bene, dormiamo bene, ecc., Per migliorare la nostra salute fisica. Ma non consideriamo mai la salute del nostro cervello. L’uso della memoria e del cervello fa in modo che il cervello sia sempre presente … beh, più nitido e in forma.

La tecnica che ha portato Dellis a compiere talenti come memorizzare nove mazzi di carte (in ordine casuale) in 30 minuti è in realtà una pratica vecchia come il tempo. Come afferma lui stsso: “non è necessario avere un ricordo straordinario, solo un po’ di disciplina e immaginazione“.

Visitare il palazzo della memoria

1- Crea un elenco di 10 o 20 parole. Le parole possono essere casuali o possono essere nomi di presidenti, autori, un elenco di oggetti comuni, la lista della spesa e così via.

Nelson Dellis, quattro volte campione di USA Memory Championship.

2- Ora prova a memorizzare le parole, associando ogni oggetto o nome del tuo elenco a un’immagine.

È qui che entra in gioco l’immaginazione: se l’oggetto che vuoi memorizzare è, diciamo, una mela, puoi associarlo a qualcosa a cui metti in relazione le mele in generale. L’immagine che puoi visualizzare è quella di Isaac Newton che tiene in mano una mela per mettere alla prova la sua legge di gravitazione universale, o la strega Biancaneve che avvelena la mela prima di offrirla alla principessa, o persino il serpente Biblical Paradise che la offre a Eva. Il punto è di particolarizzare l’oggetto e collegarlo a qualcosa di vivido, e più fantasioso, meglio è.

3- Quando hai collegato ogni elemento del tuo elenco a un’immagine stravagante, immagina di andare mentalmente in un posto che conosci bene, come la tua casa. Dellis lo chiama “il palazzo della memoria“, ed è diverso per tutti. Ora arriva la parte più divertente: immagina che il primo elemento della tua lista sia nel tuo salotto, il secondo in cucina, il terzo in bagno e così via.

4- Una volta che hai associato ogni oggetto a un’immagine e ogni immagine a un posto nel tuo palazzo della memoria, prova ad esaminare l’elenco alcune volte nella tua mente. Continuando con il nostro esempio, potresti trovare Newton che tiene una mela nel tuo giardino, quindi il dentista che hai temuto durante l’infanzia con un dentifricio radioattivo nel tuo bagno, e successivamente Spider-Man nella tua finestra, con alcune nuove tende in mano.

Secondo Nelson Dellis, presente anche su Netflix, con questa pratica imparerai ad usare il tuo “palazzo della memoria” con molta più fluidità e abilità.