Google: stop alla pubblicità basata sulla cronologia di navigazione

Google ha annunciato che non svilupperà nuovi metodi per tracciare l’attività degli internauti su internet quando smantellerà la tecnologia di tracciamento degli annunci del suo browser Chrome.

Mr G sta lavorando per non consentire dal 2022 la memorizzazione di “cookie” di terze parti, i dati che indicano le ricerche e i siti che ogni internauta visita e vengono venduti ad altre società in modo che possano lanciare annunci pubblicitari personalizzati.

“Una volta eliminati i cookie di terze parti, non svilupperemo identificatori alternativi per tracciare le persone durante la navigazione sul Web né utilizzarli nei nostri prodotti”, ha dichiarato David Temkin, direttore della privacy e della pubblicità di Google.

I “cookie” sollevano preoccupazioni perché mettono in pericolo la privacy, quindi Google offre di raggruppare in modo anonimo gli utenti in base ai loro interessi comuni e utilizzare tali informazioni per scopi pubblicitari senza esporre i dati che non desiderano condividere.

Questo piano ha attirato le critiche da parte dei membri del settore pubblicitario, mentre le autorità di regolamentazione del Regno Unito stanno indagando per scoprire se Google intende rafforzare la sua posizione di mercato già dominante in quel settore.

Nonostante il rifiuto dei “cookie” in Chrome, Google conoscerà l’attività delle persone che utilizzano altri suoi servizi, come Ricerca (Search), Maps e YouTube.