Ecco perchè hanno sospeso la nuova versione del browser Google Chrome

Google ha temporaneamente sospeso la distribuzione di Chrome 79 su Android, dopo che gli sviluppatori dell’applicazione hanno riferito che la versione aggiornata del browser rimuove erroneamente i dati dagli utenti archiviati in diverse “app”.

Secondo il portale ZDNet, l’errore, che riguarda solo le applicazioni che utilizzano WebView, il componente integrato in Android che consente di visualizzare contenuti Web all’interno delle “app”, si è verificato perché gli sviluppatori di Google non lo hanno fatto spostato il contenuto da localStorage e WebSQL nella nuova directory di Chrome 79.

Sia localStorage che WebSQL sono meccanismi di archiviazione, ampiamente utilizzati dagli sviluppatori di applicazioni e che consentono a un sito o un’app di archiviare dati sul dispositivo dell’utente.

Pertanto, quando Google ha lanciato Chrome 79 lo scorso martedì, queste “app” hanno perso l’accesso a tutti i file e dati archiviati nelle vecchie cartelle localStorage e WebSQL. Questi dati rimangono intatti, ma gli utenti semplicemente non possono accedervi.

Possibili soluzioni

Attualmente vengono prese in considerazione due opzioni per risolvere l’errore: Chrome potrebbe includere nuove posizioni per archiviare i dati e le applicazioni devono in qualche modo trasferire lì le loro informazioni, oppure le modifiche apportate verranno annullate e il browser continuerà a utilizzare le vecchie posizioni.

Secondo la società, Chrome 79 è già stato installato dal 50% degli utenti Android. Mentre gli utenti Internet interessati devono solo attendere che Google scelga un piano d’azione ed elimini l’errore, l’altra metà degli utenti può controllare le impostazioni del proprio telefono per impedire al dispositivo di aggiornarsi automaticamente con l’ultima versione del browser.