gaming nuova casa gioco metaverso

I passi in avanti fatti dall’industria del gioco sono stati notevoli nel 2022. E adesso la sua crescita si sposta addirittura in un’altra dimensione.

Fino a qualche mese fa, il grande cambiamento che aveva investito l’universo del gioco era quello del trasferimento, massiccio e costante, di utenti dal segmento fisico a quello digitale. Un cambiamento fisiologico, figlio dei lockdown e della pandemia. Una trasformazione epocale che però non ha niente a che vedere con quella degli ultimi giorni.

Infatti, la nuova frontiera del gioco è quella che lo sposterà definitivamente in un’altra dimensione: il Metaverso. Sono sempre di più, infatti, gli operatori del mercato internazionale e italiano che hanno deciso di puntare su un nuovo modello di fruizione. Tra questi emerge Starvegas del Gruppo Greentube, tra i più attivi e anche tra i più innovativi brandi di gambling attivi nel mercato italiano, che oltre ad aver arricchito il suo palinsesto relativo alle slot online di nuove funzionalità, di extra games interattivi e di nuovo modalità di gioco, adesso ha deciso anche di guardare all’universo digitale.

Un cambiamento di prospettiva che era stato messo in evidenza anche dall’analisi di Bain & Company, che guardava agli interessi degli

utenti under 20 e al loro tipo di fruizione. “Questi giovani giocatori tendono a essere già oggi più interessati e attivi nel metaverso rispetto alla fascia più adulta – ha spiegato uno dei curatori della ricerca, Mauro Colopi – che va dai 18 ai 34 anni e mostrano una propensione più elevata ad aumentare il tempo che trascorreranno in maniera immersiva nel prossimo futuro. Tempo trascorso nel metaverso non solo per giocare, ma anche per socializzare, creare oggetti e talvolta anche partecipare ad eventi”.

Il mantra delle software house, infatti, è quello di attirare e catturare l’attenzione del pubblico, andando a intercettare in anticipo le tendenze future. Il focus, quindi, è sulla fascia emergente di utenti giovani, che giocano ai videogame mediamente 12 ore e mezzo a settimana, +15% rispetto alla fascia adulta che arriva ai 25 anni. Giovani che riferiscono di preferire il metaverso per il suo aspetto immersivo, social, totale. E un aspetto importante è quello che consente, nel Metaverso, di acquistare prodotti e strumenti in-game. Una funzionalità che è apprezzata dal 56% dei giocatori. Una tendenza incredibile di cui presto vedremo i frutti. Con il gaming pronto a fare i bagagli per cambiare casa.