Cosa scrivere nel telegramma funebre.

Quando si parla di funerali non c’è mai qualcosa di semplice. Abbigliamento, vestiti, cose da dire…tutto va scelto con cura e con attenzione.

Certo è che, tra tutte le cose da fare e da decidere per organizzare un funerale, un piccolo aiuto non fa mai male. Ci si potrebbe rivolgere, ad esempio, ad un comparatore di funerali per avere una funzione personalizzata e dedicare il tempo risparmiato a rispondere ai telegrammi che arrivano.

D’altra parte scrivere un telegramma per condoglianze spesso risulta complesso e agevola l’utilizzo di frasi fatte e banali che andrebbero evitate. Anche se c’è da considerare che è facile cadere in errore scrivendo un testo brevissimo.

Come scegliere le parole giuste per il telegramma.

Per scrivere un buon telegramma c’è una sola regola principale: scegliere tra le poche parole adatte al contesto.

La cosa importante è evitare di essere troppo creativi perché, in un contesto del genere, sono del tutto fuori luogo. Meglio personalizzare queste poche righe facendo riferimento al legame che si aveva con il defunto, ma solo se il legame esisteva davvero. Anche se c’è da dire che, in casi come questo, il telegramma non è un obbligo previsto dal galateo.

Se invece non si aveva un rapporto stretto con la persona deceduta, si possono utilizzare le classiche frasi di circostanza, ma mai banali.

Quali frasi usare nel telegramma.

Qui di seguito vengono fornite delle frasi da cui prendere spunto, che possono essere personalizzate senza eccessi.

Ecco un piccolo elenco per trovare qualche idea per scrivere un telegramma:

  • Sentite condoglianze da…
  • Partecipiamo commossi/addolorati alla vostra perdita.
  • Il ricordo del caro (nome del defunto) ci accompagnerà per sempre.
  • Vi siamo vicini in questo momento di grande dolore.
  • Siamo colpiti per la grave perdita e vi siamo vicini in questa circostanza di dolore.
  • Vogliate accettare le nostre condoglianze per la grave perdita.
  • Anche se le parole sono ben poca cosa in queste circostanze, vogliate accettare le mie più sincere condoglianze.

Galateo del telegramma funebre.

Come ogni aspetto di un funerale (abbigliamento, fiori, comportamento, ecc.) è legato alle regole del galateo, anche l’invio del telegramma segue un galateo ben preciso per evitare di fare brutta figura.

Come prima cosa, come abbiamo visto poco sopra, il telegramma inviato per le condoglianze è adatto nel caso in cui vi fossero dei rapporti formali ma non stretti. Non è più appropriato qualora ci fosse una relazione stretta. In quest’ultimo caso le condoglianze vanno espresse di persona o, se non è possibile fare ciò, con una telefonata.

Bisogna poi essere sempre spontanei ma sobri, evitate quindi di assumere atteggiamenti che possono essere offensivi o che tengano poco conto della sensibilità altrui. Cercate anche di evitare, come più volte detto, di utilizzare frasi fatte. Esse dimostrano scarso interesse per la perdita del defunto e risultano fredde.

Vi sono però delle regole anche per i congiunti che ricevono un telegramma di condoglianze: anche se viene inviato da una persona poco gradita, è bene accettare le condoglianze e rispondere con educazione.