Che fine ha fatto il Negro del WhatsApp.

Con i recenti aggiornamenti di WhatsApp si è messa la parola fine all’invio di fotografie la cui miniatura non corrisponde all’immagine finale. Possiamo dire addio al famoso Negro de WhatsApp. Il servizio di messaggi verificherà d’ora in poi che la miniatura dell’immagine che inviamo corrisponda all’immagine effettivamente inviata, escludendo quindi l’invio di “falsi”, incluso il famoso giovane di colore che da anni è in giro per il nostro smartphone. Resta comunque quell’amico tipico che non si stanca mai di inviarlo di tanto in tanto su qualsiasi scusa, un tenero gattino, una torta di compleanno, etc. Finora WhatsApp, dove lo scherzo del giovane straordinariamente dotato è stata condivisa milioni di volte, è stato un grande “clickbait” per fare questo tipo di scherzi con falsi o immagini false. Ma da adesso non sarà più possibile.

Blocco WhatsApp alle applicazioni terze.

Molte “app”, come Imagiapp o Z-Photo Fake, ti permettono di fare questo tipo di montaggio in un modo semplice. Ma da questa qualche tempo WhatsApp “smette di autorizzare l’accesso a terze applicazioni”. Per motivi di sicurezza, per impedire a terzi di intrufolarsi nella tua crittografia. Il servizio di messaggistica adesso controlla l’origine di entrambe le immagini prima di inviarle al destinatario. Il Negro de WhatsApp è diventato così che ha persino avuto la sua “falsa” intervista su Youtube. Grande come la proboscite di un elefante, non poteva che non diventare virale nelle chat social con tantissime vignette divertenti, ma da oggi è finita: la fine di un mito! Sul Negro del WhatsApp c’hanno costruito di tutto: scherzi, foto divertenti, maschere, parodie, per un successo globale che possiamo dire abbia segnato la storia di WhatsApp e Internet.