SONDAGGI ELEZIONI POLITICHE 2013 – Tra un sondaggio elettorale e l’altro c’è una notizia diffusa in rete che sta facendo preoccupare chi la legge, e interessante sarebbe ascoltare i candidati premier riguardo questa faccenda che investe i derivati dei Comuni Italiania.

Secondi quanto riportato da Il Fatto Quotidiano infatti, lo scandalo provocato dalla vicenda dei Monte Paschi di Siena, terza banca d’italia, ha dato il via a molte indagini da parte della Guardia di Finanza arrivando persino a quelle banche che oltre a “giocare” con i soldi dei risparmiatori, hanno avuto a che fare con gli enti locali, su società di intermediazione e su quelle che dovrebbero controllare.

A settembre 2012 stando agli ultimi dati di Bankitalia e riportati dal sito Dagospia, 210 enti locali (comuni italiani) erano esposti con banche italiane su strumenti di finanza creativa fino ad arrivare ad una cifra che superava 11 miliardi di euro “su cui è maturata una perdita potenziale di 6,2 miliardi“.

Sarebbe interessante vedere un sondaggio delle elezioni politiche 2013 che parla di come i vari candidati premier (Bersani, Berlusconi, Monti e anche Beppe Grillo con il suo Movimento 5 Stelle, su tutti), abbiano intenzione di risolvere la faccenda che vede 18 Regioni, 42 Provincie e ben 603 Comuni italiani (dati del Tesoro a fine anno 2009) soffocati da swap per un valore di 35,7 miliardi di euro. Secondo l’Anci, i Comuni con derivati sarebbero circa 800 e si tratta in molti casi di piccole amministrazioni. E adesso ci sono da considerare anche i costi dei ricorsi in tribunale dei Comuni che hanno deciso di fare causa alle banche.