ADDIO ALBERTO BEVILACQUA – È morto a Roma lo scrittore e regista Alberto Bevilacqua a quanto sembra malato da tempo. Bevilacqua si è spento alle 10 di oggi, lunedì 9 settembre 2013, a causa di un arresto cardiocircolatorio nella clinica Villa Mafalda a Roma. Venne ricoverato l’11 ottobre scorso dopo uno scompenso cardiaco.

La sua compagna, l’attrice e scrittrice Michela Miti, meglio nota con il nome d’arte di Michela Macaluso, tramite avvocati ha chiesto al pm Elena Neri “di procedere con l’autopsia in modo da accertare le cause del decesso“.

Nato a Parma il 27 giugno 1934 Alberto Bevilacqua è stato uno celebre scrittore, regista e sceneggiatore italiano, nonché poeta e giornalista.

L’ultimo libro scritto da Alberto Bevilacqua è stata la raccolta Roma califfa (Mondadori, 2012) ispirato al suo romanzo/bestseller La Califfa pubblicato originariamente nel 1964.

Per una raccolta completa di opere, libri, biografia, filmografia, prosa e poesie vi rimandiamo alla pagina su Wikipedia dedicata ad Alberto Bevilacqua.

Molti i premi ricevuti: Premio Campiello, 1966, per Questa specie d’amore; Premio Strega, 1968, per L’occhio del gatto; Premio Bancarella, 1972, per Un viaggio misterioso; Premio Bancarella, 1991, per I sensi incantati; Premio Stresa di narrativa, 2000, per La polvere sull’erba; Premio Nazionale Letterario Pisa Sezione Poesia, 2011, per La camera segreta.