DIRETTA GIRO: San Candido Piancavallo Streaming Tappa 19. Quintana e Nibali dietro alla Maglia Rosa

Giro d’Italia 2017 in diretta 26 maggio, streaming ciclismo. Si corre oggi la 19a tappa della 100a edizione della Corsa Rosa di ciclismo: la San Candido Piancavallo di 191 Km come sempre in diretta streaming Rai. Tappa di alta montagna con ampi tratti pianeggianti nella parte finale prima dell’ultima salita. Si parte da San Candido per la prima volta nella storia del Giro.

Si superano il GPM del Passo di Monte Croce Comelico e Cima Sappada su strade mediamente ampie e in buono stato prima della lunga discesa fino a Tolmezzo. Segue il GPM di Sella Chianzutan e la discesa successiva dove si segnalano alcune gallerie con fondo in porfido (stato perfetto e buona illuminazione). Il percorso diventa pianeggiante fino a Aviano dove inizia la salita finale. Arrivo a Piancavallo che fu sede di arrivo e GPM nel 1998 (tappa vinta da Marco Pantani).

Ultimi 15 km interamente in salita. Primi 10 km molto ripidi sempre attorno al 9% con punte del 14%. Al km 10.9 la strada spiana e scende leggermente per ricominciare a salire (si attraversa una galleria paravalanghe) con pendenze più moderate (max 8%). Ultimo km piuttosto articolato sempre leggermente a salire. Arrivo su ampia semicurva all’1.5% di 100 m, largo 6.5 m su asfalto. Guarda la mappa con l’altimetria.

Chi ha vinto la tappa di ieri del Giro d’Italia 2017, gli Highlights

Il corridore americano Tejay Van Garderen (BMC Racing Team) ha vinto la diciottesima tappa del 100º Giro d’Italia, Moena (Val di Fassa)-Ortisei/St. Ulrich di 137 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Mikel Landa Meana (Team Sky) e Thibaut Pinot (FDJ).

Tom Dumoulin (Team Sunweb) indossa ancora Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

Guarda il video highlights della 18a tappa del Giro d’Italia corsa ieri.

Dove vedere la tappa 19 del Giro d’Italia di venerdì 26 maggio in diretta tv e live streaming video

San Candido Piancavallo partenza e gara della tappa in diretta live in tempo reale grazie al servizio online offerto da Rai Sport (dalle 13:05 alle 14:45) e Rai 2 (dalle 14:45 in poi). Emozioni da vivere anche con le immagini in diretta tv trasmesse da EuroSport HD con cinque repliche e highlights di tutte le tappe del Giro.

Il Giro d’Italia in diretta streaming gratis video live anche sul sito internet di Rai Sport all’indirizzo www.rai.tv oppure con i dispositivi tipo pc, tablet, smartphone e iPhone, grazie all’app di RAI TV scaricabile on line. Diretta Live sul sito ufficiale a questo link.

Guarda la presentazione video della tappa odierna San Candido Piancavallo.

Il Giro in numeri: 3615 km totali, 171,7 km media per tappa, 2 crono individuali, 6 tappe per velocisti, 8 tappe media montagna e 5 tappe alta montagna.

Classifica generale Giro d’Italia 2017: la Top 10 aggiornata

1 Tom Dumoulin (Ola/Sunweb) in maglia rosa dopo 80:00:48″
2 Nairo Quintana (Col/ Movistar) +31″
3 Vincenzo Nibali (Ita/Bahrain) +1:12″
4 Thibaut Pinot (Fra/FDJ) +1:36″


5 Ilnur Zakarin (Rus/Katusha) +1:58″
6 Domenico Pozzovivo (Ita/AG2R) +2:07″
7 Bauke Mollema (Ola/ Trek) +3:17″
8 Steven Kruijswijk (Ola/LottoNL) +5:48″
9 Adam Yates (Gbr/Orica) +7:06″
10 Bob Jungels (Lux/Quick-Step) +7:24″

La fotografia del giorno del Giro d’Italia 2017: Piancavallo si tinge di Rosa

La Maglia Rosa Dumoulin, le parole all’arrivo della tappa di ieri. “Non so se oggi sono stato il più forte, sicuramente sono rimasto con i più forti. Mi hanno attaccato, non ha funzionato. È stata una buona giornata per me. I miei rivali mi hanno attaccato, non è stato facile chiudere su di loro sul Gardena, ma ce l’ho fatta. Non sono mai andato in difficoltà. Nel finale non ero del tutto soddisfatto della situazione. Con solo quattro chilometri pianeggianti o quasi prima della fine, sarebbe stato bello per Nibali, Quintana ed io rimanere insieme, per questo ero frustrato, deluso e arrabbiato con loro. Alla fine è una buona situazione per me”.

Quintana è lo scalatore più forte, a volte lo posso seguire a volte no. Il rapporto watt/kg sviluppato sul Blockhaus è stato uno dei migliori degli ultimi anni. Oggi, alla fine dell’ultima salita, ho voluto testare i miei rivali. Ho visto che erano stanchi. Mi sentivo ancora bene, ma loro non erano così stanchi perché potessi staccarli. Domani Piancavallo non sarà l’ultimo ostacolo. Conosco la salita ma non l’ho mai fatta, dopo ci saranno ancora due giorni molto duri, tutti li conoscono, soprattutto la tappa 20 con il Monte Grappa è molto difficile. Se pedalo con il mio ritmo, non perdo molto. Qualora non mi sentissi bene, invece, potrei perdere molto”.