crittografia mosaico gioconda uomo vitruviano leonardo da vinci

Robert Edward Grant ha pubblicato un post interessante su Facebook. Ha notato alcune similitudini sulle opere di Leonardo Da Vinci. “Cos’è quel ‘grillo’ a forma di Ω che galleggia su quella che sembra essere una catena sul lato sinistro del capolavoro di Da Vinci, La Gioconda (Monna Lisa)? Qual’è il debole contorno del grillo aperto/’rotto’ che pende dal ‘bracciale’ del polso destro dell’Uomo Vitruviano (da notare, non c’è il ‘manetta’ sulla sua mano sinistra)?

hK98uPF

Questi due artefatti apparentemente disparati potrebbero in qualche modo essere collegati come parte di un messaggio nascosto più ampio?

qDT3WUg

Quando posizioniamo la proporzione della larghezza della Gioconda all’interno delle proporzioni precise del quadrato dell’uomo vitruviano, il cerchio dell’uomo vitruviano inscrive perfettamente la corona della Gioconda (della sua testa).

Inoltre, il grillo galleggiante a forma di Ω atterra perfettamente sul polso destro dell’uomo vitruviano… come fosse una chiave che si inserisce in una serratura…

4SVWeyq

Sembra che Leonardo, che notoriamente abbia crittografato tutti i suoi capolavori dopo il 1486 (a cominciare dall’Uomo Vitruviano nel 1487), abbia nascosto una “Crittografia Mosaico” più ampia almeno in queste due delle sue opere più iconiche. Attirando la domanda: cos’altro troveremo quando sovrapponiamo più sue opere in modo simile?

eIELdWA

Uno studio delle proporzioni auree nella composizione artistica, incentrato su quelle che si trovano nel “Salvator Mundi” di Leonardo da Vinci (Cristo come Salvatore del mondo). Guarda come Leonardo ha applicato dozzine di rapporti aurei nelle sue più grandi opere d’arte, tra cui L’Annunciazione, L’Ultima Cena e Salvator Mundi, con i commenti di Dianne Dwyer Modestini, conservatrice d’arte e restauratrice di Salvator Mundi. L’analisi è stata eseguita da Gary Meisner utilizzando il software di progettazione e analisi PhiMatrix, accurato al pixel e presentato qui ad alta risoluzione. Ecco il Video YouTube pubblicato nel 2014: