Il bodybuilder brasiliano Victor Luna, soprannominato “Big Boy“, è morto questa settimana per complicazioni derivate dal coronavirus, come viene riportato da diversi portali specializzati. Sottolineano che l’atleta 37enne, che in precedenza era risultato positivo al covid-19, è morto mercoledì dopo aver subito un attacco di cuore.

Victor Luna ha iniziato a dedicarsi al body-building all’età di 20 anni e ha mostrato ottimi risultati non solo nelle competizioni nella sua città natale di Rio de Janeiro, ma a livello regionale e

nazionale. Tra i suoi più grandi successi c’è il titolo di vicecampione dell’Arnold Classic South America nel 2014.

Diversi body-builder si sono rivolti ai social media per esprimere le loro condoglianze per la morte di Luna. “Un fratello di ferro e un buon amico sono morti oggi. Victor Luna mi sorrideva sempre e mi motivava. Ci mancherai. Il mio primo amico dal Brasile”, ha scritto l’americano Brandon Curry sul suo account Instagram.