COVID Brasile: Scoprono nuova Variante Coronavirus che combina 18 Mutazioni

Una nuova variante del coronavirus in Brasile è stata rilevata nella città di Belo Horizonte, nello stato del Minas Gerais, mentre il Paese sta vivendo un momento tragico con il numero di morti e contagi in costante aumento e molti dei suoi ospedali sono crollati.

La nuova variante combina 18 mutazioni

La ricerca è stata condotta dall’Istituto di Scienze Biologiche dell’Università Federale del Minas Gerais (UFMG) e dal Settore Ricerca e Sviluppo del Gruppo Pardini, che hanno scoperto che la nuova variante combina 18 mutazioni con alcune tipiche del brasiliano P1 , che ha avuto origine a Manaus e P2, a Rio de Janeiro, così come con il sudafricano B11351 e il britannico B117, Tutti relativi a maggiore virulenza.

È come se queste varianti si stessero evolvendo

“Ha caratteristiche in comune con le varianti che erano già in circolazione in Brasile, ma ha anche nuove caratteristiche. È come se queste varianti si stessero evolvendo”, ha detto a G1 Renato Santana, virologo dell’UFMG. Santana ha commentato che sebbene sia presto per dire se è più trasmissibile, è noto che ha mutazioni già descritte in altre varianti associate ad un aumentato rischio di morte.

“È stato recentemente dimostrato che la variante del Regno Unito, ad esempio, è associata a un aumento del rischio di morte del 60%. La variante Manaus P1 è motivo di grande preoccupazione ed è anche una nuova che abbiamo ora identificato, perché hanno le mutazioni nelle stesse regioni di quelle del Regno Unito “, ha spiegato il virologo, aggiungendo che alcune di tutte queste varianti possono essere associate all’aumento dei casi gravi in ​​Brasile.

Analizza gli impatti

Allo stesso modo, ha evidenziato la necessità di indagare i possibili impatti di questa nuova variante sulla capacità di immunizzazione dei vaccini applicati in Brasile. “Ogni volta che il virus si moltiplica, ha la possibilità di cambiare.

Dobbiamo promuovere l’isolamento sociale e aumentare il tasso di copertura vaccinale”, ha avvertito.

Le persone infette non hanno viaggiato all’estero e non avevano nemmeno collegamenti con altri stati, ma ora sono necessari ulteriori studi per determinare quando e dove si è verificato.

Lo stato del Minas Gerais, dove è stata individuata questa variante, è al secondo posto nel numero di casi di COVID-19 registrati in Brasile, con 1,8 milioni di persone infette. Allo stesso modo si colloca al terzo posto con il maggior numero di decessi causati dal virus con un totale di 23.303 decessi, di cui 508 denunciati il ​​giorno precedente.

Il risultato di questa indagine nasce tra le allerte nei paesi sudamericani, in particolare quelli che condividono un confine con il Brasile (Uruguay, Argentina, Bolivia, Colombia, Guyana, Paraguay, Perù, Suriname e Venezuela), che hanno avuto un aumento esponenziale del loro infezioni e decessi dopo aver individuato nei loro territori la variante brasiliana P1, per la quale hanno raddoppiato le misure di contenimento, isolamento e chiusura delle frontiere.

Coronavirus in Brasile

Il Brasile ha registrato 3829 morti in 24 ore mercoledì, e ci sono già 340776 morti e oltre 13 milioni di infetti.

La prestigiosa Fondazione Oswaldo Cruz (Fiocruz) ha chiesto di attuare il confinamento per contenere il virus, poiché prevede un aprile ancora più critico di marzo, che ha registrato il peggior numero di vittime dall’inizio della pandemia. Tuttavia, il presidente, Jair Bolsonaro, ha chiarito ancora una volta che non permetterà la reclusione a livello nazionale.