Cosmonauta russo: "Gli Alieni esistono, non è un Segreto"

Sebbene non abbia incontrato creature aliene, in uno show televisivo l’astronauta russo Kornienko ha ammesso che “non è un segreto che esistano”.

“Non ho visto gli alieni, ma sono sicuro che esistono. Sono stato solo sfortunato. Se l’universo è infinito, allora sarebbe presuntuoso sospettare o pensare che siamo gli unici. Inoltre, esiste una scienza come l’ufologia. Ciò è stato confermato sia dai nostri colleghi americani che dai nostri”.

Mikhail Kornienko ha rivelato inconsapevolmente un fatto poco noto sull’esistenza di un programma speciale dell’URSS chiamato “Grid“, che ha studiato gli UFO. La maggior parte dei cittadini non ne era a conoscenza a causa del suo status di “top secret“.

Il programma segreto è stato reso noto dal fatto che il tema dell’indagine sui fenomeni anomali è stato considerato dal punto di vista della sua influenza sull’esercito e sul lavoro dell’equipaggiamento militare.

L’impulso per la creazione di un programma speciale per lo studio degli UFO fu il cosiddetto “fenomeno di Petrozavodsk” nel settembre 1977, quando un enorme oggetto simile a una medusa fu visto nel cielo sopra Petrozavodsk in Russia.

“Il programma Grid è stato finanziato con denaro statale. Tuttavia, i suoi membri non erano le persone più comunicative, quindi tutto ciò che sappiamo è una vaga descrizione delle attività di Grid”. La minima menzione di UFO o alieni nei media è stata criticata dal KGB, motivo per cui gli autori degli studi non hanno potuto pubblicare i loro sviluppi scientifici.

Successivamente, il programma ha cambiato nome in “Galaxy MO“, e poi ha ricevuto un altro “Horizon MO“, ma i compiti sono rimasti gli stessi: Studiare gli UFO. Sfortunatamente, tutti i materiali di Grid sono stati venduti per diverse migliaia di dollari USA.

L’acquirente era la CIA, che ha ricevuto materiali su 400 dei casi più misteriosi di collisioni militari di aerei sovietici con gli UFO. Ma, come ha spiegato Kornienko, alcune informazioni sul lavoro degli scienziati nell’ambito del programma Grid sono ancora trapelate alla stampa.

“Loro, di regola, non pubblicizzavano la loro ricerca. E li conosco perché molte informazioni sono trapelate ai media. Non è un grande segreto che questo spettacolo fosse reale. Hanno trovato qualcosa, sistemato e riassunto qualcosa”.