super alimento contro invecchiamento cellulare

Uno dei fattori che maggiormente incidono e preoccupano la salute delle persone è l’invecchiamento e in particolare l’invecchiamento cellulare. Ecco perché scienziati e varie aziende dedicate alla salute cercano di ritardare l’invecchiamento cellulare e proteggerti da questo processo.

Oggi parleremo dell’invecchiamento cellulare e di quali sono gli alimenti che possono proteggerti: i superalimenti. Allo stesso modo, parleremo delle molecole protettive di questi alimenti e di come funzionano.

Cos’è l’invecchiamento cellulare?

L’invecchiamento cellulare è un processo naturale che si verifica a livello molecolare e cellulare, con conseguente progressiva perdita di funzionalità e resilienza delle cellule nel tempo. Con l’avanzare dell’età, le nostre cellule subiscono cambiamenti strutturali e funzionali che contribuiscono all’invecchiamento generale dell’organismo.

Ci sono diverse teorie che cercano di spiegare l’invecchiamento cellulare. Una delle teorie più accettate è la teoria dello stress ossidativo dell’invecchiamento. Secondo questa teoria, lo stress ossidativo, che è lo squilibrio tra la produzione di specie reattive dell’ossigeno e la capacità antiossidante delle cellule, danneggia gradualmente il DNA, le proteine ​​ei lipidi cellulari. Questo danno cumulativo influisce negativamente sulla funzione cellulare e porta all’invecchiamento.

Un’altra teoria rilevante è la teoria della senescenza cellulare. Le cellule hanno una capacità limitata di dividersi e, quando raggiungono un certo numero di divisioni, entrano in uno stato di senescenza, in cui perdono la capacità di proliferare e sperimentano cambiamenti nella loro funzione. L’accumulo di cellule senescenti nei tessuti è stato collegato all’invecchiamento e allo sviluppo di malattie legate all’età.

L’invecchiamento cellulare ha implicazioni per l’invecchiamento e lo sviluppo di malattie legate all’età, come malattie cardiovascolari, cancro, malattie neurodegenerative e diminuzione della funzione immunitaria. Comprendere i meccanismi alla base dell’invecchiamento cellulare è un’area di ricerca attiva e ha il potenziale per offrire spunti per lo sviluppo di interventi e trattamenti che possono ritardare o mitigare gli effetti dell’invecchiamento.

Meccanismo di azione

Le molecole antiossidanti agiscono principalmente bloccando le reazioni di ossidazione causate dai ROS, che danneggiano l’integrità delle cellule, in particolare le proteine ​​che le compongono e il DNA. Se il DNA è danneggiato e non riparato, il rischio di malattie come il cancro aumenta notevolmente.

I principali antiossidanti sono:

Vitamina E

È una famiglia di composti chiamati tocoferoli e tocotrienoli, che hanno isomeri con la capacità di catturare l’ossigeno e prevenire l’ossidazione dei lipidi, il membro più noto è l’alfa-tocoferolo. La sua modalità di azione è focalizzata sull’inibizione della perossidazione lipidica. Questa attività protegge le nostre membrane cellulari, il tessuto adiposo e il cervello.

Vitamina C

Questo antiossidante per eccellenza agisce all’interno e all’esterno delle cellule, poiché oltre a prevenire l’ossidazione delle biomolecole, agisce come agente riducente (cede elettroni ai composti cellulari per fermare i radicali liberi).

Ha un’elevata capacità di combattere le nitrosammine. È stato utilizzato per il trattamento di alcuni tumori intestinali come polipi e adenomi.

Vitamina A e betacarotene

Questa molecola si trova solo negli alimenti di origine animale, se la si cerca nelle verdure, la si trova come provitamina A (molecola precursore), sotto forma di caroteni. Ha un effetto protettivo sulla pelle e sulle mucose, partecipa alla difesa immunologica di queste barriere. È stato collegato a un effetto protettivo contro tumori come il cancro della bocca, dello stomaco, del colon, broncopolmonare e della cervice.

Da parte loro, i beta-caroteni agiscono intrappolando i radicali liberi e le molecole di ossigeno libero, quindi la loro funzione protettiva funziona. La sua attività è stata collegata alla riduzione del cancro ai polmoni.

All’interno degli alimenti, i principali agenti antiossidanti che possiamo trovare sono i seguenti:

  • Vitamina A: latte, burro, uova, carote, spinaci e prezzemolo
  • Vitamina C: papaie, fragole, arance e kiwi
  • Vitamina E: noci e semi, spinaci e cavoli
  • Betacaroteni: arance, carote, mango, zucca, broccoli, patate dolci e zucchine
  • Luteina: presente nelle verdure a foglia verde
  • Licopene: pompelmo rosa, anguria e pomodori
  • Selenio: cereali, legumi, pesce, pane integrale e noci

Speriamo che queste informazioni ti aiutino e che tu possa aggiungerle alla tua dieta.