Come è morto Pino Daniele

Pino Daniele e’ morto a causa di un infarto. Lo ha stroncato un infarto, lo stesso maledetto infarto che poche settimane fa aveva stroncato la vita di un altro artista italiano, Mango. Sembra che l’artista anima della citta’ di Napoli soffrisse di cuore da anni. Aveva 59 anni, andava verso i 60 che avrebbe compiuto il prossimo 19 marzo. Era molto amico di Massimo Troisi (insieme nella foto in alto), del quale aveva firmato le colonne sonore dei suoi film, come ad esempio “Ricomincio da tre” il primo film dietro la macchina da presa dell’attore napoletano e uscito in Italia la prima volta il 5 marzo del

1981.

La morte di Pino Daniele e’ stata, in ogni caso, una notizia improvvisa che ha colto di sopresa tutti. Pinuzzo era pieno di energia e arrivava da un tour dopo aver riproposto l’estate scorsa il suo storico album “Nero a Metà” con la band originale, l’acme all’Arena di Verona. Era un artista riconosciuto a livello mondiale, non solo per la sua particolare voce ma anche per le straordinarie doti musicali come chitarrista. Innumerrevoli le collaborazioni con i grandi nomi della musica. Tra tutti probabilmente quello di Eric Clapton del quale aveva detto, sempre con la sua allegria, “quando avevo 30 anni, mi vedevo a 60 come un vecchio. Ora guardo a gente come Eric Clapton che ne ha dieci anni di più. E mi sento sollevato”…