CASO MOROSINI – Il giocatore dell’Udinese e amico di Piermario Morosini, Antonio Totò Di Natale, oltre all’appello lanciato ieri per dare assistenza alla sorella di Morosini in questo momento difficile della sua vita, aveva anche dichiarato che “si gioca troppo e non c’è tempo per recuperare“.

Gli risponde direttamente il presidente del Coni, Gianni Petrucci, il quale fa sapere che i controlli medici in Italia sono all’avanguardia, a differenza di quanto accade (secondo quanto afferma lo stesso Petrucci) in Inghilterra e Spagna.

Petrucci inoltre, si è detto d’accordo con la decisione presa dalla Figc di sospendere tutti i campionati: “Ha fatto bene Abete, solo che in Italia abbiamo un partito di maggioranza che è quello degli infallibili, che non devono decidere e sanno tutto. Immaginate oggi un gol, una scena di entusiasmo davanti al dramma di ieri. Bravo Abete, brava la Federazione“.