MONDIALI DI CALCIO 2014 – Ci stiamo avvicinando all’incontro di calcio Italia-Bulgaria mentre giunge la notizia che Cesare Prandelli smetterà di allenare la nazionale di calcio italiana, una volta terminati i campionati mondiali di calcio che si svolgeranno in Brasile l’anno prossimo. Si parla già del toto-allenatore e in molti sono prpensi a pensare che sarà l’attuale tecnico rossonero Allegri (il cui contratto con il Milan scade proprio il prossimo 30 giugno) a mettersi alla guida della nuova nazionale post-mondiali, e quindi dare vita ad un nuovo ciclo.

Del resto Prandelli ha parlato molto chiaramente: “Nel momento in cui avremo la certezza matematica della

qualificazione ai mondiali del Brasile, che per me è l’unica cosa che conta, vi comunicherò la mia decisione”.

Ma Allegri in realtà non è l’unico nome che si sta facendo nel toto-allenatore della nuova Italia. A molti piace Roberto Mancini il quale si sta prendendo un anno di pausa dopo l’esonero ricevuto a Manchester, in attesa di una chiamata per un progetto interessante, come potrebbe essere quello della nazionale.

E come sempre accade, quando c’è un allenatore che vince come Antonio Conte della Juventus, una possibile chiamata in nazionale diventa un sogno che potrebbe anche non essere tanto distante dalla realtà. E i nostri lettori cosa ne pensano?