BioNTech e Pfizer testano il primo Vaccino Anti-Cancro negli umani

BioNTech, la stessa azienda che ha sviluppato una delle immunizzazioni più ampiamente applicate contro il COVID-19, è nella seconda fase degli studi clinici per un vaccino contro il cancro. In questa fase, il produttore di farmaci sta testando il farmaco su volontari, poiché è stato dimostrato che è abbastanza sicuro da far avanzare ulteriormente la ricerca. Ora con gli esseri umani.

Insegna al sistema immunitario a combattere il cancro

Clinical Trials Arena ha certificato che il vaccino contro il cancro di BioNTech è sicuro per l’uso sperimentale nell’uomo. Secondo l’azienda, questa potrebbe essere un’alternativa efficace per i casi molto aggressivi di cancro della pelle e potrebbe portare speranza ai pazienti che sono stati diagnosticati come terminali.

Come con il coronavirus, l’azienda farmaceutica lavorerà con Pfizer per produrre questo farmaco. Si basa sulla tecnologia dell’RNA messaggero, che insegna al sistema immunitario a combattere le cellule cancerose. A differenza dell’alternativa COVID-19, tuttavia, può essere testata solo su pazienti già affetti da cancro.

Per questo motivo, le persone in stadio III o IV sono state reclutate nello studio in modo che possano monitorare i loro progressi dopo aver ricevuto il farmaco.

Il co-fondatore di BioNTech, Özlem Türeci, assicura che è necessario “sfruttare il potere del sistema immunitario contro il cancro e le malattie infettive”.

Addio al cancro?

Türeci sa che il cancro miete milioni di vittime ogni anno in tutto il pianeta. Per questo il dirigente è certo che la stessa formula che è stata applicata nel caso del coronavirus possa essere replicata nel caso del vaccino contro il cancro:

“Siamo stati in grado di dimostrare il potenziale dei vaccini mRNA per affrontare il COVID-19. Non dobbiamo dimenticare che il cancro è anche una minaccia per la salute globale, anche peggiore dell’attuale pandemia”.

Affinché l’iniezione sia efficace, tuttavia, la diagnosi precoce è fondamentale. Proprio quando sono stati prodotti 7,7 miliardi di vaccini contro il COVID-19, l’azienda farmaceutica mira a produrre abbastanza vaccini per rifornire la popolazione mondiale. Se i test continuano a mostrare gli stessi risultati positivi durante questa e la prossima fase, il cancro in stadio avanzato non potrebbe più essere una condanna a morte nel prossimo futuro.