Il valore del bitcoin ha superato i 18 mila dollari USA mercoledì per la prima volta in quasi tre anni, avvicinandosi al record di 19.783 di tutti i tempi stabilito il 1° gennaio 2017.

Secondo i record del portale CoinDesk, la valuta virtuale più popolare al mondo è passata da 16.560 a 18.198 dollari nelle ultime 24 ore. In questo modo, il suo prezzo è aumentato del 146% su base annua e del 70% finora negli ultimi quattro mesi di quest’anno.

“Alcuni eventi recenti hanno indubbiamente avuto un impatto”, raccontano dalla piattaforma di prestito di criptovaluta Nexo, in una conversazione con CoinDesk. E tra i fattori che hanno influenzato il prezzo, ha indicato gli investimenti istituzionali di aziende come MicroStrategy e Square, insieme alla spinta data al bitcoin dalla sua recente incorporazione nel sistema di

pagamento PayPal.

Altri esperti indicano eventi globali come la pandemia di coronavirus e tassi di interesse negativi nei mercati tradizionali, compresa la Germania. “I tassi di interesse sono il fattore più importante nella decisione delle persone su dove depositare il denaro“, racconta un esperto di CryptoQuante.

Dalla società di gestione di fondi Three Arrows Capital, evidenziano la nuova politica monetaria di varie banche centrali: dopo aver abbassato i tassi di interesse, sono adesso costrette a stampare moneta, e questo rende il bitcoin un’opzione più attraente.