Barack Obama: Estinzione Esseri Umani in un centinaio di anni

Grazie Obama. Se non iniziamo a intraprendere azioni urgenti per prevenire i peggiori impatti del cambiamento climatico oggi, allora potremmo assistere alla fine della nostra specie entro un secolo, ha affermato l’ex presidente Barack Obama in una nuova intervista.

Barack Obama ha fatto l’argomento in una chat ad ampio raggio, sul podcast del New York Times The Ezra Klein Show, che ha anche affrontato la politica di parte, la giustizia razziale, gli impatti della sua presidenza e persino gli UFO. Nello specifico, Klein ha chiesto a Obama per cosa pensava che noi, come società, saremmo stati giudicati più severamente nell’anno 2121, rendendo il tema dell’inazione climatica un argomento abbastanza ragionevole da sollevare.

“Beh, se non riusciamo a gestire il cambiamento climatico, allora se c’è qualcuno in giro per giudicarci, ci giudicheranno piuttosto severamente su questo, perché i dati sono qui”, ha risposto Obama. “Lo sappiamo. E abbiamo gli strumenti per fare progressi reali con esso”.

Obama probabilmente stava esagerando per l’effetto – anche le previsioni più allarmanti per il futuro dell’umanità suggeriscono che l’estinzione legata al clima non accadrebbe così vicino al presente, anche se alcuni prevedono il crollo della società anche

prima.

Ma Obama non sta esagerando di molto. I pericoli del cambiamento climatico stanno già rivendicando un numero spaventoso di vite umane, secondo uno studio pubblicato lunedì sulla rivista Nature Climate Change che ha collegato circa il 37 percento dei decessi legati al caldo in alcune città tra il 1991 e il 2018 all’aumento della temperatura causato dall’uomo.

Le Nazioni Unite hanno recentemente concluso che il cambiamento climatico causato dall’uomo mette un milione di specie a rischio di estinzione imminente e che gli ecosistemi sono già in fase di rimodellamento mentre vari organismi muoiono o fuggono, mettendo l’umanità stessa in una posizione molto precaria per il futuro.