Doodle di oggi: Festeggiamenti in onore di Anton Wilhelm Amo.

Chi era Anton Wilhelm Amo? Il doodle di oggi, illustrato dall’artista ospite di Berlino Diana Ejaita, celebra il filosofo, scrittore e accademico tedesco-ghanese Anton Wilhelm Amo, ampiamente riconosciuto come uno dei primi studenti e professori universitari di origine africana in Europa, nonché uno dei più famosi e illustri filosofi neri del XVIII secolo. In questo giorno del 1730, Amo ricevette l’equivalente di un dottorato in filosofia presso l’Università tedesca di Wittenberg.

Amo nacque intorno al 1703 vicino alla città di Axim, sulla Gold Coast africana (ora Ghana). Sebbene le circostanze del suo trasferimento non siano chiare, Amo è cresciuto ad Amsterdam, dove la famiglia con cui viveva gli ha dato il nome Anton Wilhelm. Amo iniziò i suoi studi universitari nel 1727 e due anni dopo completò la sua prima dissertazione: un argomento storico e legale contro la schiavitù europea.

Amo ha pubblicato lavori in una varietà di discipline dalla filosofia alla psicologia e si è affermato come un rinomato pensatore illuminista. Ha continuato a insegnare in diverse università tedesche e ha anche trovato il tempo per padroneggiare sette lingue durante la sua vita. Un influente campione per la causa dell’abolizione, Amo alla fine fu combattuto dal razzismo e dall’opposizione alle sue convinzioni. Nel 1747 fece ritorno nell’attuale Ghana, dove rimase per il resto della sua vita.

In onore dell’eredità di Amo, l’Università Martin Luther di Halle-Wittenberg ha eretto una statua a sua somiglianza nel 1965. Nell’agosto 2020, Berlino ha annunciato l’intenzione di intitolare a lui una strada nel quartiere Mitte della città.