È morto lo chef Anthony Bourdain, aveva 61 anni

Il famoso chef internazionale Anthony Bourdain è morto suicida in Francia all’età di 61 anni. Non era solo uno chef di fama mondiale, ma anche un critico di gastronomia che partecipava a molte trasmissioni televisive, come quella recentessima alla quale stava lavorando: il nuovo episodio della serie Cnn “Unknown Parts“, conosciuto in Italia come “Cucine segrete“, con il quale Anthony Bourdain avvicinava gli spettatori alle cucine di tutte le parti del mondo.

Il corpo di Bourdain è stato scoperto nella sua camera d’albergo in Francia dal suo amico francese Eric Ripert (Classe 1965), co-proprietario e chef di Le Bernadin, uno dei ristoranti più famosi negli Stati Uniti, con sede a New York.

La notizia della morte di Anthony Bourdain ha lasciato tutti con la bocca aperta.

Nessuno avrebbe pensato che potesse arrivare al suicidio una persona che sembrava la più sicura di se, centrata e con i piedi per terra, oltre al fatto che teneva quella che molti considerano il miglior lavoro del mondo.

Bourdain, formatosi come chef, ha lavorato per decenni nelle cucine di numerosi e famosi stabilimenti, come la Brasserie francese Les Halles, situata a sud di Manhattan. Ma è diventato principalmente noto come conduttore televisivo.

Nel 2000 pubblica “Kitchen Confidential“, un libro che racconta il lato nascosto della vita nelle cucine dei ristoranti, con il tocco rock and roll della vita di New York e dei suoi eccessi. Separato dalla moglie, è stato legato ad Asia Argento.

Bourdain ha poi forgiato l’immagine di globetrotter, edonista e umanista che lo avrebbe accompagnato fino alla fine dei suoi giorni. Ha poi presentato diversi programmi televisivi sulla gastronomia, come “No reservations” e “Parts Unknown”, con cui ha viaggiato in tutto il mondo mostrando cibo proveniente da diversi paesi.

Video Instagram: Anthony Bourdain mangiando con Barack Obama

https://www.instagram.com/p/Bjw2XvRD3KI/