Allarme OMS: Covid-19 potrebbe diventare malattia endemica

Michael Ryan, direttore esecutivo del Programma di emergenza sanitaria dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha sottolineato questo lunedì durante un briefing che il Covid-19 potrebbe diventare una malattia endemica, cioè una condizione che da molto tempo colpisce costantemente le popolazioni umane.

“C’è sempre il rischio che questa o quella malattia diventi endemica”, ha detto Ryan, spiegando che attualmente esistono una serie di fattori che rendono difficile debellare il covid-19, tra i quali spicca la sua presenza in quasi tutti i paesi del mondo, nonché l’impossibilità di attuare misure globali a lungo termine per contenere e controllare la malattia.

Ha anche avvertito che la disponibilità del vaccino SARS-CoV-2 nel prossimo futuro “non sarà sufficiente a fermare la trasmissione del virus”, quindi si stima che continuerà a diffondersi. Allo stesso modo, ha ricordato che nella storia dell’umanità è stata debellata una sola malattia, il vaiolo, motivo per cui “la disponibilità del vaccino e la volontà di debellare il coronavirus” non ne garantiscono il

successo.

Tuttavia, ha assicurato che grazie all’efficacia dei vaccini sviluppati fino ad ora, è possibile ridurre il tasso di mortalità, nonché l’impatto che la malattia può provocare nella società, soprattutto tra i gruppi più vulnerabili. Secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University, dall’inizio della pandemia, oltre 100,6 milioni di infezioni sono state registrate dal Coronavirus SARS-CoV-2, oltre a 2,1 milioni di vittime.