Allarme in Messico per furto di isotopo radioattivo Iridium-192

CDMX – Il governo messicano ha emesso un avviso domenica in 9 stati per il furto di una fonte radioattiva. Sarà in vigore nelle unità di Protezione Civile dello Stato del Messico, Città del Messico, Hidalgo, Querétaro, Michoacán, Guerrero, Morelos, Puebla e Tlaxcala. Nel comunicato emesso dall’autorità è dettagliato che il contenitore rubato pesa circa 25 chilogrammi e contiene al suo interno l’isotopo radioattivo Iridium-192, “con un’attività di 68,89 Curie”.

Le autorità hanno indicato che la sorgente radioattiva può presentare “un rischio elevato per la salute se […] viene rimossa dal suo contenitore”. Secondo la pubblicazione, “è stato rubato con l’uso di violenza intorno alle 05:00 AM sulla strada d’ingresso al comune di Teoloyucan, Stato del Messico”.

Allarme in Messico per furto di isotopo radioattivo Iridium-192

La sorgente radioattiva “può provocare lesioni permanenti” se “viene estratta dal suo contenitore, viene manipolata” o in caso di contatto diretto con essa da pochi minuti ad ore, essendo in grado di essere fatale se una persona rimane a diretto contatto per ore o giorni, è specificato nell’

avviso.

Allarme in Messico per furto di isotopo radioattivo Iridium-192

In caso di localizzazione della fonte, non deve essere eseguita alcuna manipolazione dell’attrezzatura o rimanere vicino ad essa; stabilire un perimetro di sicurezza e una guardia con un raggio minimo di 30 metri; notificare immediatamente il ritrovamento alle autorità federali di polizia, “ha riferito il governo messicano, aggiungendo che è anche necessario” registrare le persone […] che potrebbero essere state localizzate nel raggio di sicurezza”.

Non è la prima volta che un isotopo radioattivo Iridium-192 viene rubato in Messico. Casi simili sono stati registrati anche negli anni 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018.