L’ex ciclista americano Lance Armstrong, sospeso a vita dagli sport professionistici per doping sistematico, è stato ancora una volta oggetto di polemiche dopo essere stato accusato di utilizzare un motore nascosto nella sua bicicletta per migliorare le sue prestazioni nelle competizioni.

“Lance Armstrong è la più grande truffa”

“Lance Armstrong è la più grande truffa. Con complicità a tutti i livelli. Ha ricevuto un trattamento speciale”, ha detto Jean-Pierre Verdi, ex capo dell’Agenzia antidoping francese, in una recente intervista al quotidiano Le Parisien in cui ha accusato il ciclista del “doping tecnologico“.

“Molti mi hanno detto che non avrei dovuto avvicinarmi alle leggende, che mi sarei ritrovato da solo. Ma se le leggende si basano su qualcosa … penso anche che aveva un motore nella bicicletta“, ha detto.

Prestazioni di Armstrong umanamente impossibile

L’ex direttore dell’agenzia tra il 2006 e il 2015 ha dichiarato di ricordare ancora come su un palcoscenico di montagna il texano “abbia lasciato tutti a terra”. “Alla fine della fase, ho chiamato tutti gli specialisti che conosco e non hanno capito come fosse possibile la sua prestazione, anche con EPO [ormone proteico stimolante naturale]. Qualcosa non andava e tutti gli specialisti mi hanno detto la stessa cosa”, ha spiegato, aggiungendo che quella performance era “umanamente impossibile“.

Accusano Lance Armstrong di usare motori nelle biciclette con cui correva.

Poco dopo questa denuncia, lo scrittore e giornalista Antoine Vayer ha indagato da solo sui video di Armstrong di varie competizioni e ha notato che quando il pilota ha toccato la parte posteriore del sedile, la sua velocità è aumentata quasi immediatamente.

Secondo Vayer, in questo modo l’atleta ha attivato un meccanismo nascosto che azionava un motore nella sua bicicletta.

“È l’uso di un motore che spiega i suoi 7,4 watt / kg per 9 minuti e 33 secondi per pedalata? Risalendo il [passo di montagna] Alpe d’Huez, dopo 6 ore di sforzo, passando per la Madeleine e il Glandon, “ha chiesto in un tweet.

Lance Armstrong ha vinto sette edizioni consecutive del Tour de France dal 1999 al 2005, ma è stato privato delle sue vittorie dopo essere stato sospeso a vita nel 2012 a seguito di un’indagine dell’Agenzia antidoping degli Stati Uniti. Jean-Pierre Verdy rivela ulteriori dettagli sulle prestazioni di Armstrong nel suo recente libro intitolato “Doping: My War Against Cheaters“.