CICLISMO IN LUTTO per la scomparsa dell’ex ct azzurro Alfredo Martini. Voleva il Nobel per la Pace assegnato alla bicicletta il 93enne che ha perso l’ultima sua grande battaglia dopo le numerose vinte con i suoi pedali. Ci ha lasciati questa sera nella sua casa di Sesto Fiorentino. Negli ultimi mesi era stato investito da una malattia contro la quale anche un leone come lui non ha potuto fare di piu’. Alfredo Martini e’ stato un ciclista su strada e dirigente sportivo italiano. Professionista dal 1941 al 1957, vinse una tappa al Giro d’Italia 1950. Successivamente fu commissario tecnico della Nazionale italiana. Moltissime i riconoscimenti alla persona di Alfredo Martini come l’ultimo “Cittadinanza onoraria dei Comuni di Imola, Pegognaga, Peccioli, Cortona, Arezzo, Montecatini e Serravalle Pistoiese,Camaiore, Castagneto Carducci,Larciano, Barberino di Mugello ed Utsunomiya in Giappone, Calenzano”.

Una delle frasi piu’ celebri di Alfredo Martini e’ stata: “Ciclismo vuol dire fratellanza“.

FOTO BICICLETTA SPORT - Se n'è andato Alfredo Martini, il babbo del ciclismo.