Luca Toni e il presidente del Verona aggrediti con i vigili urbani che hanno fatto gli gnorri

Possiamo solo immaginare la paura che Luca Toni e il presidente del Verona Calcio Massimo Setti hanno preso mentre venivano aggrediti prima della partita di serie B ad Avellino. Sono situazioni molto pericolose che possono degenerare in qualsiasi momento. Inoltre quando vedi che dei vigili urbani fanno finta di niente, il senso di impotenza aumenta agli estremi.

Speriamo che questi vigili possano essere identificati e che il loro comandante possa faro loro una bella romanzina, se non qualche provvedimento ben più serio.

È lo stesso campione Luca Toni, campione del Mondo di calcio nel 2006, a raccontare i tragici momenti dell’aggressione subita: “Siamo stati accerchiati, ci sono stati calci, pugni alle macchine, hanno spaccato un vetro davanti, dov’era il presidente e le schegge sono arrivate dentro. La cosa che mi ha dato più fastidio è che c’erano a dieci metri dei vigili che si sono voltati e non hanno detto niente”. La vettura con Setti e Toni, dirigente della squadra, è comunque riuscita a dileguarsi e raggiungere la Questura.