Will Smith continua a perdere lavoro a causa del suo comportamento agli Oscar

Netflix e AppleTV+ si sono ritirate dalla disputa sulla sua cinebiografia… Per alcuni produttori di Hollywood, dopo l’attacco di Will Smith a Chris Rock agli Oscar, lavorare con l’attore è diventato un “affare rischioso”. Motivo per cui molti dei progetti di Will Smith sono stati riposti nel cassetto dopo tutte le polemiche che ha causato quando è uscito di controllo alla cerimonia di premiazione il 27 marzo.

Secondo il quotidiano The Sun, Netflix e AppleTV+ si sono ritirate dalla disputa per aver portato sullo schermo la storia biografica dell’attore: “Netflix e AppleTV+ hanno silenziosamente ritirato le loro offerte per un film biografico su Will Smith basato sul suo libro autobiografico WILL, e invece riallocheranno i fondi e svilupperanno idee originali per nuovi attori neri”.

“Hanno anche detto che lavorare con Will Smith è diventato un affare rischioso e ora hanno in programma di lavorare con star più ‘familiari’ come Michael B Jordan e Mike Epps”, si legge

nell’articolo.

E non è tutto. Secondo The Hollywood Reporter, il lavoro sulla quarta puntata del film ‘Bad Boys’ è stato interrotto, mentre anche un film d’azione intitolato ‘Fast and Loose’, che avrebbe dovuto interpretare Will Smith, è stato sospeso.

L’annuncio ha suscitato indignazione tra i fan dell’attore, che si sono rivolti a Twitter per lamentarsi di queste decisioni.

Un utente ha scritto: “So che Will Smith ha schiaffeggiato qualcuno, ma sono davvero scioccato dalla velocità con cui Hollywood si sta muovendo per porre fine alla sua carriera ora”.

Un altro ha detto: “Penso che sia troppo quando molti abusatori se la sono cavata e hanno continuato la loro carriera”, si è lamentato.

“Hollywood che cerca silenziosamente di inserire nella lista nera Will Smith per un incidente per cui si è scusato due volte deve essere uno degli esempi più evidenti del razzismo sistemico che è ancora presente nel settore”, si è lamentato un altro utente.