Whats App interoperabilit

  • WhatsApp aggiorna le sue politiche sulla privacy e le condizioni di utilizzo per adempiere alle nuove leggi europee. Le principali modifiche includono l’introduzione della interoperabilità con altre app di messaggistica, un cambiamento nell’età minima per l’accesso e migliorie nell’interfaccia dell’app. La interoperabilità sarà opzionale e la nuova interfaccia è già disponibile per gli utenti Android.

WhatsApp, la app di messaggistica istantanea più diffusa in Italia, oggi rinnova le sue Condizioni di utilizzo e le Politiche sulla riservatezza per tutti gli utenti dell’Area Europea, in risposta a due nuove leggi dell’Unione Europea: la Legge sui Servizi Digitali e la Legge sui Mercati Digitali (DMA).

Con queste modifiche, per continuare a fruire della piattaforma di Meta, gli utenti dovranno accettare le nuove condizioni a partire da oggi, 11 aprile, per adeguarsi alle normative europee. Ma quali sono le novità introdotte dall’app di Mark Zuckerberg? Tra le innovazioni si annoverano la celebre interoperabilità, la modifica dell’età minima per l’accesso alla piattaforma e, infine, i protocolli di trasferimento internazionale dei dati.

Tuttavia, la interoperabilità rappresenta il cambiamento più atteso, poiché sarà la prima volta che l’app consentirà la comunicazione con utenti di altre app di messaggistica, come Telegram, Facebook Messenger o Signal, senza richiedere un account WhatsApp. Ma cosa comporta esattamente questa interoperabilità?

Come funziona la interoperabilità su WhatsApp?

L’obiettivo della interoperabilità è favorire la comunicazione con altre app di messaggistica istantanea, con le piattaforme che dovranno cifrare i contenuti tramite il protocollo di Signal e successivamente condividerli in formato XML.

Inoltre, il principale intento di questo cambiamento è offrire la interoperabilità con terze parti e “al contempo mantenere la privacy, la sicurezza e l’integrità”, come spiega il direttore dell’ingegneria di WhatsApp, Dick Brouwer, al quotidiano Wired, nonché sulla pagina web dell’app di Meta. Tuttavia, inizialmente, questa interoperabilità si concentrerà sui messaggi di testo, voce, immagini, video e file, con le chiamate e le chat di gruppo che arriveranno in futuro.

La interoperabilità su WhatsApp sarà obbligatoria?

D’altro canto, è rilevante notare che la interoperabilità sarà facoltativa: gli utenti potranno scegliere se adottarla o

meno, sebbene, se desiderano provarla, i messaggi di altre app saranno visualizzati nella parte superiore della casella di posta, chiamata ‘chat di terze parti’.

Come sarà la nuova interfaccia dell’app?

Per i più attenti, sarà evidente che la precedente barra di navigazione, verde e con quattro schede (“Chat”, “Stati”, “Chiamate” e “Comunità”), ora è bianca e include le stesse schede con un design più minimalista e moderno.

Per quanto riguarda la sua disponibilità, la nuova interfaccia è stata introdotta con la versione per Android 2.24.6.77, ed è già accessibile a tutti gli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea. Tuttavia, se non hai ancora ricevuto l’aggiornamento, ti consigliamo di scaricare la nuova versione da Google Play per beneficiare delle ultime innovazioni.