VOLUNIA ANTI GOOGLE – In molti sostengono che il nuovo motore di ricerca italiano Volunia e’ un progetto destinato ad avere un grande successo. Altri che lo hanno testato dicono il contrario: lento, scarsita’ di risultati, componente social, interfaccia incompleta. L’ideatore di Volunia, Massimo Marchiori, famoso anche per aver contribuito alla formulazione dell’algoritmo padre che ha dato tanto successo a Google, risponde alle critiche postume alla presentazione in diretta streaming dell’altro giorno durante la quale ci sono stati problemi tecnici e molto tempo dedicato a discorsi delle varie autorita’ presenti a Padova (uno stile ben diverso da quello che ci aveva abituato Steve Jobs), affermando che l’obiettivo di Volunia e’ quello di offrire qualcosa di diverso dai motori di ricerca

attuali e che non si vuole competere con Google. Ora occorre aspettare il termine del periodo beta, sperando che Volunia (realizzato grazie ai finanziamenti dell’imprenditore sardo Mariano Pireddu) possa finalmente decollare come l’elicottero che tanto piace a Marchiori: “Se Big G è una macchina da 120 cavalli, io propongo l’elicottero“.