VOLI A PREZZI BASSISSIMI – Altro che last minute! Per gli americani che hanno potuto cogliere l’attimo, complice un errore informatico della Delta. Sul sito web della compagnia aerea e di altri siti di prenotazione di voli, i biglietti per molte tratte, dalle ore 10:00 del mattino fino a circa mezzogiorno, ora locale, costavano solo pochi dollari. Praticamente il costo delle tasse aeroportuali e le commissioni per la prenotazione del volo.

Gli esperti cacciatori di occasioni e offerte, in agguato per accaparrasi i biglietti aerei ai prezzi migliori hanno fatto salti di gioia di sorpresa nonché affari d’oro, scoprendo che, ad esempio, i voli tra Cincinnati e Minneapolis nel mese di febbraio venivano venduti per soli 25 dollari, e per volare da Cincinnati a Salt Lake City erano disponibili biglietti eccezionalemnte economici a 48 dollari! Il prezzo corretto per questi viaggi, normalmente, supera i 4 mila dollari.

Ma l’intensificarsi repentino del traffico sul sito e l’aumento esagerato dell’acquisto di biglietti ha insospettito i responsabili della Delta Air Lines, e presto è emerso il motivo di tanto interesse: un errore informatico.

Immediatamente la compagnia ha bloccato la vendita dei biglietti a prezzi “stracciati”.

Trebor Banstetter, un portavoce della compagnia aerea con sede ad Atlanta, ha detto che il problema è stato risolto, ma ha confermato che “Delta onorerà tutti gli impegni per i biglietti acquistati“.

Era già successo ad altre compagnie: ad esempio la American Airlines era incorsa in un simile problema, un errore nella presentazione delle tariffe nel suo sistema informatico, nel settembre scorso.

Il nuovo regolamento del dipartimento dei trasporti americano, allo scopo di eliminare i casi di pubblicità ingannevole, obbliga le compagnie aeree a soddisfare in ogni caso e senza eccezioni tutti i clienti che abbiano acquistato biglietti a prezzi scontatissimi, anche se il prezzo bassissimo è platealmente frutto di un errore informatico.