Violento Terremoto Turchia M6,8 provoca vittime e danni.

Un violento terremoto di magnitudo 6,8 è stato registrato in Turchia venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 17:55 UTC (ora 20:55 italiane) colpendo la provincia orientale turca di Elazig. L’USGS degli Stati Uniti evidenzia l’epicentro a 4 chilometri a nord-est della città di Doganyol (Malatya) a 10 km di profondità (ipocentro).

Il terremoto è stato avvertito anche nei paesi di Iraq, Siria e Libano. Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha riferito che almeno 10 edifici sono crollati a Sivrice (Elazığ) e altri sono crollati nella città di Poturge (Malatya).

Le ultime notizie parlano di almeno 18 persone morte, centinaia i feriti (più di 500) e diverse persone intrappolate sotto le macerie di edifici crollati (almeno 30 a Elazig). La prima scossa è stata seguita da numerose altre di assestamento, le più forti con magnitudo 5,4 e 5,1.