Vincere alla roulette: sistemi scientifici, regole di fisica

PREDIRE IL RISULTATO DELLA RUOLETTE: Metodi, regole e strategie del disco a settori rossi e neri. Gli scienziati, esperti di fisica e meccanica classica in aiuto dei giocatori con le leggi del moto, per vincere ad uno dei più classici giochi d’azzardo.

Trucchi per vincere al casinò, per la roulette americana o europea che, con o senza doppio zero, risponde alle leggi della fisica. Con lo studio del movimento, si può prevedere la traiettoria della pallina e la casella vincente in cui si fermerà finito di girare.

Roulette, affascinante strumento nato dalla mente e le mani di Blaise Pascal, il matematico in cerca del moto perpetuo. Invenzione fallita diventata gioco d’azzardo nei casinò parigini, un gioco “equo”, senza troppo rischio per lo scommettitore.

La roulette emigrò poi in America per divenire celebre a livello globale grazie ai casinò di Las Vegas. America che però introdusse la versione con il doppio zero, aumentando le possibilità di vincita per il banco e snaturando l’idea della roulette come “gioco equo”, che prevedeva cioè un minimo svantaggio per i giocatori che puntavano.

rien ne va plus“? No, il bello del gioco ora, nel 2012, grazie agli scienziati Michael Small (Western University di Perth) e Chi Kong Tse (Università di Hong Kong) e al metodo elaborato per aumentare le possibilità di predire il risultato della roulette, illustrati dettagliatamente sul numero 22 della rivista online Chaos, articolo Predicting the outcome of roulette.

Il metodo per vincere alla roulette

Secondo Michael Small e Chi Kong Tse, il metodo per vincere alla roulette è considerare la pallina puntiforme e prendere in considerazione il punto di partenza della pallina e la velocità così come è in grado di rilevarli l’occhio dello scommettitore.

I dati, incrementati dal resoconto del risultato dei primi impatti della pallina sui deflettori e inseriti in un semplice programma che può essere installato anche sul cellulare, dovrebbe fornire in tempo utile per la puntata il numero e il colore della casella dove sono più alte le probabilità che si fermi la pallina.

Lo stesso tipo di calcolo, a partire da una rilevazione non solo visuale, ma con strumenti appositi, permetterebbe un gran numero di possibilità in più di vincere. Ma le apparecchiature necessarie, come minimo una telecamera digitale collegata ad un PC, sarebbero costose e soprattutto ingombranti. Difficile che il croupier lasci il giocatore avvicinarsi al tavolo da gioco con una serie di macchinari.

Conclusioni

L’infallibilità del metodo per vincere alla roulette è quindi limitata dagli strumenti a disposizione del giocatore e ovviamente, dal gran numero di varianti e incognite. Ma alcune imperfezioni dell’inclinazione del piano della roulette possono essere addirittura sfruttate a proprio vantaggio per aumentare le vincite.

I giocatori di roulette più incalliti non hanno che da approfondire la loro conoscenza della fisica per contrastare la statistica e limitare il vantaggio del banco. Forse questo approccio teorico potrebbe tradursi in manuali e consigli pratici per giocare alla roulette vincendo grazie alla scienza. Per ora, l’interesse di Small e Tse è puramente teorico, nessuno dei due è un giocatore d’azzardo.

Attenzione! Small e Tse hanno qualche consiglio anche per i proprietari di casinò e i croupier, basati sulle stesse leggi della fisica e della meccanica.